Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Da Tiggiano con passione: Ippazio Morciano punta alla segreteria del Pd

Il sindaco di Tiggiano è in corsa con quello di Gallipoli, Stefano Minerva. Dalla sua parte l'area di Renzi e quella di Orlando

Ippazio Morciano.

LECCE - La candidatura di Ippazio Antonio Morciano alla segreteria provinciale del Pd parte con i favori del pronostico. Il sindaco di Tiggiano è infatti sostenuto sia dell'area del partito che fa riferimento al leader nazionale, Matteo Renzi, che da quella che guarda al ministro della Giustizia, Orlando, come proprio riferimento.

Morciano - che ha indicato nel lavoro, nella passione e nella lealtà i valori a cui si ispira - ha presentato questa mattina le linee politico-programmatiche per il congresso, elaborate attorno al concetto chiave di "partito comunità" che sappia andre oltre quello, che ritiene essersi affermato sempre di più negli ultimi anni, di partito inteso come "comitato elettorale permanente". La corsa alla segreteria del Pd lo vede in competizione con Stefano Minerva, sindaco di Gallipoli, che gode dell'appoggio del governatore pugliese, Michele Emiliano: "Uno che ha una visione personalistica della gestione della politica", ha commentato Morciano. 

Mentre parla di "rigenerazione" dell'identità del partito attraverso la valorizzazione dei circoli e degli organismi provinciali, di "alternativa meridionale allo sviluppo del Paese", di "macro problemi ambientali", ad ascoltarlo ci sono esponenti di primo piano del partito: i deputati Fritz Massa e Salvatore Capone, il consigliere regionale Sergio Blasi, diversi consiglieri comunali leccesi. Accanto a lui da una parte siede Paolo Fiorillo, sindaco di Carpignano Salentino, dall'altra Luca Durante, primo cittadino di Morciano di Leuca.

Da Roma è giunto pure l'augurio della vice ministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, che ha auspicato "un Pd che sappia valorizzare, in modo puntuale, le tantissime esperienze amministrative di centro-sinistra che quotidianamente si vanno svolgendo in modo esemplare nelle nostre città" e che possa mettersi alle spalle "le polemiche e le divisioni".

Intanto però da Castrignano de' Greci giunge la notizia del passaggio a Movimento Democratico e Progressista di 43 iscritti del Pd tra cui lo storico segretario cittadino Fernando Comi: "Un vero e proprio terremoto politico", secondo il coordinatore provinciale di Mdp Salvatore Piconese, ultimo segretario del Pd prima del commissariamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Tiggiano con passione: Ippazio Morciano punta alla segreteria del Pd

LeccePrima è in caricamento