rotate-mobile
Nel Centrosinistra

Lecce Città Pubblica incontra i cittadini alle Manifatture Knos: partecipa il sindaco

Il movimento progressista promosso anni addietro dal sindaco Salvemini e arricchitosi con la confluenza di “Civica.” presenta i suoi candidati alle 19 di venerdì

LECCE – Nelle elezioni del 2019 fu la seconda forza della coalizione civica e progressista, un palmo dietro il Partito democratico. Lecce Città Pubblica “scopre” le sue carte venerdì alle 19 alle Manifatture Knos con la presentazione dei suoi candidati alle amministrative dell’8 e 9 giugno.

Si tratta del movimento fondato dal sindaco, Carlo Salvemini, e che ha mantenuto il nome originario anche dopo l’unione con “Civica”, l’altro movimento di matrice progressista presente nel 2019. Il primo cittadino parteciperà all'evento.

Questa, in ordine alfabetico, la composizione della lista di Lecce Città Pubblica: Ancora Maria, Andretta Elena, Beccarisi Alessandra, Brancasi Alberica, Bruno Roberto, Buccarella Maurizio, Caracciolo Fernando, Castoro Giovanni, Cesari Massimiliano, Cicirillo Fabiana, Collura Sergio, Cucinella Domenico, Della Giorgia Sergio, Demetrio Emilio Mauro, De Mitri Carlo, De Pascalis Maria Cristina, Innocente Cecilia, Lazzaretti Valeria, Leuzzi Gennaro, Mariano Mariano Natasha, Meo Virginia, Miglietta Silvia, Mola Ernesto, Pancosta Maurizio, Presicce Dominique Sara, Quarta Marco, Quarta Paolo, Rella Roberto, Scarnera Antonio, Schipa Guendalina, Sinnathamby Raveendiran.

“Lecce Città Pubblica è in campo con le sue idee, le sue migliori energie e tutto il suo entusiasmo, per sostenere e rilanciare il percorso di cambiamento avviato dall’Amministrazione Salvemini in questi anni. Il cambiamento, per noi, non è un evento, non conosce soluzione magiche, ma è un percorso di impegno comune, delineato con visione, praticato con senso di realtà, perseguito con cura, determinazione e coraggio. È un patto civico fra amministratori e cittadini” – ha dichiarato il coordinatore di LCP, Giulio Casilli.

“Noi siamo impegnati a onorare questo patto con la città, dentro e fuori Palazzo Carafa”, prosegue Casilli. “La notizia storica della Bandiera Blu a San Cataldo, ad esempio, conferma che Lecce è sulla strada giusta e che i risultati importanti si costruiscono nel tempo, attraverso l’ostinato lavoro quotidiano, avendo una meta chiara, ossia una visione di città per il futuro. Sul tema del riconquistato rapporto fra mare e città, come su altri, abbiamo dimostrato che la nostra città può davvero sognare in grande, andando oltre lo scetticismo di chi vorrebbe imprigionarla del passato. Penso alla Bandiera Blu ma soprattutto alla conquista dei finanziamenti del CIS, di cui 25 milioni dei 51 ottenuti saranno interamente destinati ai progetti, in corso di attuazione, di rigenerazione di tutte le marine leccesi, che stanno già cambiando volto. Lecce è ora davvero il suo mare” – conclude Casilli.

“Lecce Città Pubblica è in campo, insieme a Salvemini e tutta la coalizione, con la credibilità e l’orgoglio per il lavoro svolto in questi anni in giunta e in consiglio comunale, e con l’ambizione di continuare a cambiare la città per renderla davvero migliore per tutte e tutti” – ha commentato Giuseppe Fornari, presidente dell’associazione.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce Città Pubblica incontra i cittadini alle Manifatture Knos: partecipa il sindaco

LeccePrima è in caricamento