Politica

La città, i suoi limiti, i suoi orizzonti: "Lecce fuori onda", bis alla Città del Gusto

Il capoluogo, l'università, la provincia, la criminalità, la politica: riflessione sugli ingranaggi e sugli equilibri sociali e di potere

LECCE – La seconda presentazione di “Lecce fuori onda”, dopo quella iniziale all’Open Space di Palazzo Carafa, è in programma martedì 2 maggio alle 19 presso la Città del Gusto di Lecce, in piazzetta Panzera, a due passi da piazza Duomo.

Si tratta di un instant book (IdeaDinamica Editore, 7 euro), scritto da Gabriele De Giorgi e Adolfo Maffei, due giornalisti esponenti di generazioni diverse, ma entrambi legati da un profondo legame con la città di Lecce di cui gli autori cercando di svelare i meccanismi segreti di funzionamento delle dinamiche sociali e di potere, accennando anche all’irrisolto rapporto tra il capoluogo e l’università e tra il capoluogo e la sua provincia.

Al centro della riflessione temi come l’autoreferenzialità, la marginalità geografica, l'ipoteca criminale, le questioni ambientali, il senso civico, i fattori di sviluppo, quelli mancati e quelli attuali, la vocazione di destra, il rapporto con l'informazione. La prefazione è affidata al professor Raffaele De Giorgi, discepolo ed erede di Niklas Luhmann, uno dei sociologi italiani più affermati anche all'estero, il quale ha accettato la bizzarra proposta degli autori di scrivere la prefazione di un libro senza averlo prima letto, ma conoscendone solo la scaletta.

L’evento si inserisce tra le attività di Città del gusto che unisce al meglio dell’enogastronomia il cinema, arte, letteratura, musica. Dialoga con gli autori la giornalista Chiara Spagnolo. La presentazione sarà accompagnata da un vino e un aperitivo in degustazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città, i suoi limiti, i suoi orizzonti: "Lecce fuori onda", bis alla Città del Gusto

LeccePrima è in caricamento