Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Il centrodestra attende Renzi: ultima chiamata per il Frecciarossa

Presidio presso la stazione di Lecce. L'iniziativa ha visto la partecipazione di parlamentari e amministratori. Dal presidente del Consiglio, a Bari per la Fiera del Levante, ci si aspetta un segnale di rassicurazione sul prolungamento dell'alta velocità

Parlamentari e amministratori del centrodestra davanti alla stazione di Lecce.

LECCE - Un segnale dal presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, atteso a Bari per la Fiera del Levante. E' quello che si attende il deputato Roberto Marti sulla questione dei collegamenti ferroviari veloci (Frecciarossa) che Trenitalia ha programmato di far terminare a Bari, escludendo le province meridionali pugliesi.

Rispetto a questa scelta è nata una mobilitazione politica che oggi ha portato sul piazzale della stazione di Lecce molti dei volti noti del centrodestra locale. Dai parlamentari Francesco Bruni, lo stesso Marti e Vittorio Zizza (brindisino, promotore della manifestazione), a una folta schiera di amministratori leccesi: il sindaco Paolo Perrone, la sua vice, Carmen Tessitore, gli assessori Gaetano Messuti e Luca Pasqualini, i consiglieri Giordana Guerrieri, Daniele Montinaro, Gianni Garrisi, il consigliere regionale Erio Congedo, Simona Manca, Cosimo Gallo. 

Il primo cittadino di Lecce ha dichiarato che, se anche fosse vera la previsione di diseconomicità di un eventuale prolungamento fino al capoluogo salentino, un vettore del servizio pubblico non può ragionare solo in termini di profitto. Il centrodestra sta predisponendo un'azione di pressione nelle sedi romane.

Sul fronte del centrosinistra da registrare il commento del segreterio cittadino del Pd, Fabrizio Marra: "Ben vengano le manifestazioni pubbliche a sostegno dell’allungamento della tratta del Frecciarossa fino a Lecce, ma è poi necessario che consiglieri regionali e Parlamentari pugliesi di tutti gli schieramenti si attivino nelle sedi deputate per far si che la questione venga affrontata con successo, rafforzata da una volontà bi-partizan, poiché non è in gioco il successo o l’insuccesso di questa o quella parte politica, ma la penalizzazione ancora una volta di un’intera provincia,  che proprio in questi ultimi anni sta vedendo premiate da turisti e visitatori le proprie potenzialità, ma che ancora ha notevolissimi margini di crescita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra attende Renzi: ultima chiamata per il Frecciarossa

LeccePrima è in caricamento