rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Le grandi manovre

Primarie del centrosinistra, il consigliere Patti il primo “sfidante” di Salvemini

A margine del tavolo della coalizione di ieri pomeriggio si è svolta l’assemblea provinciale di Sinistra Italiana che ha chiesto ufficialmente la partecipazione del consigliere comunale alle consultazioni interne. Convergenza anche di Europa Verde e Partito Socialista

LECCE - Lo avevano chiarito da mesi: senza convergenza unanime nei meandri del centrosinistra sulla ricandidatura automatica del sindaco uscente, Carlo Salvemini, il ricorso alle elezioni primarie era da considerarsi un passo doveroso.

E ora che in tale direzione, ragionando già su date e regolamento, si indirizza il tavolo dei partiti e movimenti orbitanti nella coalizione, per Sinistra italiana è arrivato il momento di ufficializzare anche la corsa alle primarie del suo candidato di riferimento, il consigliere comunale Pierpaolo Patti.                   

Oltre all’affollato tavolo di coalizione, infatti, nella giornata di ieri, si è svolta, anche l'assemblea provinciale di Sinistra Italiana Salento, che  ha chiesto a Pierpaolo Patti, consigliere comunale, la disponibilità a candidarsi alle primarie per l'individuazione del candidato sindaco di Lecce per il centrosinistra. Da parte del diretto interessato è stata comunicata una disponibilità di massima a partecipare alle primarie che il partito ha ritenuto, sin dal primo momento, l'unico strumento per uscire dall'impasse in cui il tavolo del centrosinistra leccese si è trovato ad operare. Su tale indicazione, forte di una condivisione programmatica comune, convergono, come già annunciato, anche Europa Verde e il Partito Socialista.

“Il consigliere Pierpaolo Patti, ha sostenuto con lealtà l'amministrazione uscente, ma non in modo acritico” ha spiegato il coordinatore provinciale di Si, Danilo Scorrano, “ogni qual volta ci sono state delle scelte non condivise o semplicemente non partecipate, lo ha rimarcato come consigliere e come esponente di Sinistra Italiana. Nessuna unità si è registrata nel sostenere la candidatura del sindaco uscente, né altre proposte sono giunte che potessero tenere unità la coalizione o addirittura allargarla ad altre forze, Movimento 5stelle in primis” aggiunge Scorrano, “pertanto riteniamo, che per scongiurare il ritorno delle Destre alla guida della città bisogna riconnettersi con essa, avviare una campagna di ascolto per ricreare quel rapporto con tutte le sue componenti, gli imprenditori, i commercianti, gli artigiani, gli abitanti delle marine e delle periferie, i giovani, gli studenti, le categorie più disagiate, gli anziani, pratica che riteniamo sia mancata o non sia stata sufficientemente messa in atto in questi anni”

A sinistra della coalizione di invoca quindi un nuovo metodo di governo, più partecipato, con il coinvolgimento di tutte le forze politiche, sociali e associative della città.

“Da tempo, abbiamo avviato una proficua interlocuzione con altre forze politiche e associazioni politico-culturali” conclude Scorrano, “in particolare Europa Verde e il Partito Socialista, con i quali c'è una convergenza programmatica forte che potrebbe portare anche ad una condivisione e al sostegno alla candidatura del consigliere Patti. Nel fine settimana in una conferenza stampa proporremo alla città alcuni punti di programma che riteniamo imprescindibili e avvieremo un necessario confronto con tutti, con spirito costruttivo e di servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie del centrosinistra, il consigliere Patti il primo “sfidante” di Salvemini

LeccePrima è in caricamento