Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Primarie congiunte Pd e SeL. Urne aperte per correre a Roma

Dalle 8 alle 21 i due partiti portano simpatizzanti ed iscritti per selezionare i candidati alle prossime elezioni politiche, vista la presenza del "porcellum". Il governatore pugliese Vendola ha votato a Monteroni di Lecce

LECCE - Partito Democratico e Sinistra Ecologia e Libertà alle urne per la scelta, attraverso le primarie dei prossimi candidati al Parlamento nelle politiche. Un’esigenza che nasce dalla mancata modifica della legge elettorale, il cosiddetto “porcellum” che non permette l’indicazione di una preferenza ai votanti.

L’organizzazione dei due partiti è congiunta, sono condivisi anche i centri di inserimento e raccolta dati, i seggi (le stesse 268 sedi delle scorse primarie del 25 novembre elencate nel documento in allegato) e persino la stampa dei materiali. Potranno recarsi al voto anche gli iscritti ai partiti Pd e SeL secondo le modalità previste dai rispettivi regolamenti. Basterà portare la tessera elettorale e un documento d'identità. Il seggio è costituito dai medesimi componenti delle primarie del 25 novembre. Data la duplice concomitanza elettorale, il seggio per le primarie e per agevolare le operazioni di voto, verrà integrato con un ulteriore scrutatore o scrutatrice, laddove possibile.

Il registro contenente i nomi degli elettori registrati alle primarie del 25 novembre sarà unico per ogni seggio al fine di evitare incongruenze e per garantire il rispetto della composizione della base elettorale data. Le modalità di inserimento e raccolta dati avverranno sul medesimo sistema operativo delle primarie.

Ogni seggio si impegna a consegnare al comitato provinciale delle primarie alle fine dello scrutinio 0,50 euro per ogni elettore che ha votato, utile al pagamento delle spese della stampa dei materiali e dell'affitto delle sedi (ma il contributo dell’elettore sarà volontario). Si vota dalle ore 8 alle 21 di oggi e i dati saranno pubblici sul sito https://primariepuglia.wordpress.com/

Possono votare anche gli studenti e i lavoratori fuori sede inviando una mail al comitato provinciale presso il quale hanno votato lo scorso 25 novembre. Infine, nel rispetto della privacy, durante il voto non sarà messa a verbale la scelta della scheda del partito da parte di ciascun elettore che indicherà al presidente di seggio quale scheda vuole, ma senza che ne resti traccia alcuna.

Sempre dal Pd invitano, per evitare problemi nello scrutinio per l'omonimia tra i candidati, ad indicare anche il nome (il problema ricade nel caso di Loredana Capone e Salvatore Capone, ndr). Il governatore pugliese Nichi Vendola, nel Salento, ha votato in mattinata a Monteroni di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie congiunte Pd e SeL. Urne aperte per correre a Roma

LeccePrima è in caricamento