Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Primarie centrosinistra: elettori ai seggi per scegliere il candidato

Dopo due mesi di campagna elettorale, si vota dalle 8 alle 20, nei vari seggi predisposti nei comuni salentini: cinque alternative per la leadership della coalizione. Possibile ballottaggio se nessuno supererà il 50 per cento

Primarie del Pd a Lecce. Le operazioni di voto nei seggi allestiti presso l'hotel Tiziano (Foto LeccePrima, tutti i diritti riservati)

LECCE – Primarie del centrosinistra, dopo circa due mesi di campagna elettorale, è il giorno del voto. Con la consultazione dal basso, gli elettori partecipanti sceglieranno il candidato premier per la coalizione, composta dal Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e Psi, alle prossime politiche del marzo 2013.

I seggi allestiti nei comuni della provincia, sono aperti dalle 8 del mattino alle 20. Sono cinque le alternative possibili: Pierluigi Bersani, segretario del Pd, Matteo Renzi, sindaco di Firenze, Nichi Vendola, governatore della Puglia, Laura Puppato, consigliere regionale del Veneto, Bruno Tabacci, assessore al bilancio nel Comune di Milano. 

Possono votare alle primarie tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni entro il 25 novembre. Possono anche votare i cittadini europei con residenza in Italia e gli extracomunitari se in possesso di un permesso di soggiorno regolare e di carta di identità. Per votare è necessario sottoscrivere l’appello “Italia Bene Comune” e iscriversi all’albo degli elettori. Chi non l’avesse fatto on-line o nei giorni precedenti al voto, potrà registrarsi direttamente al seggio.

All’ufficio elettorale di registrazione, posto nel seggio, bisogna presentare un documento di identità e la tessera elettorale. Dopo aver firmato la carta di intenti, si versa un contributo di 2 euro e si ottiene un “certificato di elettore del centrosinistra”. Il certificato dovrà essere mostrato, insieme con documento di identità e tessera elettorale, al seggio e servirà per l’eventuale ballottaggio tra i due candidati che avranno ottenuto più voti (senza aver superato il 50 per cento più uno).

Se nessun candidato raggiungerà il 50 per cento più uno dei voti, il 2 dicembre si terrà un ballottaggio tra i due più suffragati, dalle 8 del mattino alle 20, negli stessi seggi del primo turno. Potrà votare solamente chi ha ottenuto entro il primo turno il certificato per votare, che dovrà essere mostrato al seggio. Sono previste eccezioni per chi avrà dichiarato di non essersi potuto registrato in tempo per votare al primo turno, facendo richiesta tra il 27 novembre e il primo dicembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrosinistra: elettori ai seggi per scegliere il candidato

LeccePrima è in caricamento