Politica

"Prioritaria la riqualificazione di Piazza del Popolo"

È il convinto parere dell'associazione politico culturale Alabnuova-Copertino Meetup, che chiede un concreto rilancio del centro storico. La replica del consigliere di maggioranza Mauro Valentino

Il castello di Copertino.-2

COPERTINO - Piazza del Popolo rappresenta un luogo importante per Copertino: lo ribadiscono fermamente da Albanuova, l'associazione politica culturale locale, che punta lo sguardo sulla necessità di valorizzare l'area, perché il processo possa concretamente rappresentare l'inizio di una nuova vita per l'intero centro storico di Copertino, tra i più caratteristici dell'intera regione Puglia.

Ma ci sarebbe anche un'altra ragione, quella, cioè, del "ruolo strategico per la vita sociale dei copertinesi": "Oggi questa piazza - precisano da Albanuova e Copertino Meetup - è abbandonata al suo destino tanto crudele quanto paradossale. Quale paese civile trasformerebbe il proprio salotto in un autoparcheggio senza regole e controllo?".

Per l'associazione, l'amministrazione "non ha alcuna idea progettuale e strategica per far rivivere un centro storico degradato, sporco e deserto": "Dov'è finita - si chiedono i membri del gruppo - la disponibilità alla politica partecipata per studiare proposte affinché questo storico luogo possa tornare al suo antico splendore?".

I rappresentanti hanno così realizzato un video inchiesta, consultabile sul sito dell'associazione www.nuovacopertino.org, proprio sull'area, tentando di evidenziare "un paese allo sbando dove si parla poco di ambiente e dei problemi reali come le strade distrutte, l'assenza di un piano commercio o di quello per il traffico anziché di quello urbanistico, non si ha alcuna idea di cosa significhi risparmio energetico o gestione dei rifiuti".

"Questa amministrazione - precisano - non ha un'idea di città e Copertino continua ad essere in mano a politici di professione che amano gestire il paese alla giornata. Le loro proposte? Eventi e spettacoli. Un po' poco per dire di avere a cuore le sorti di Copertino e dei suoi cittadini. Forse credono che un giorno di gioia possa cancellare il sentimento di frustrazione e nausea che i cittadini nutrono nei confronti della politica locale? Illusionismo allo stato puro".

Da Albanuova chiariscono il proprio amore per la città, sostenendo di avere un'idea di centro storico precisa: sperimentazione della chiusura al traffico veicolare almeno per i fine settimana con incentivazione dell'insediamento di attività commerciali ed artigianali che consentano ai copertinesi di passeggiare lungo via Margherita di Savoia, controllo del territorio attraverso telecamere ai varchi di accesso e nelle piazzette; utilizzare Piazza del Popolo come spazio per momenti di interesse sociale per tutti i cittadini.

"In tal modo siamo convinti - spiegano - che si possa sviluppare un movimento turistico interessante e di qualità poiché non dimentichiamo che all'interno del nostro centro storico vi è la casa dove è nato e cresciuto il nostro San Giuseppe, una Basilica del X sec. d.c., il Castello e tante bellissime costruzioni storiche. Un centro storico non lo si valorizza semplicemente vietando la sosta in piazza, o mettendo qualche pianta per nascondere l'incredibile indecenza della sparizione di buona parte del basolato senza che nessuno, all'interno del Palazzo, cercasse di scoprire chi l'ha usato per rendere più bella la villa di chi. Questa - concludono - non è la Copertino che vogliamo. Siamo sicuri che questa non è nemmeno la Copertino che vogliono i copertinesi".

Valentino, Pdl: "La classica opposizione della domenica. Stiamo già lavorando."

"Noto con profondo rammarico che l'associazione Albanuova Meetup continua imperterrita ad essere la degna rappresentante in Consiglio comunale della classica opposizione della domenica. Persegue in modo frustrante logiche politiche sfacciatamente demagogiche, ansiogene, prive di una valida ratio politica" ha replicato il consigliere di maggioranza, Mauro Valentino che mette in evidenza come sia in cantiere un progetto complessivo per rivalutare il centro storico: "E'intenzione dell'amministrazione comunale valorizzare Piazza del popolo (dimenticata dalle passate amministrazioni) attraverso un progetto che prevede nuovi corpi illuminanti, essenze arboree e probabilmente anche l'installazione di telecamere. Ma ciò che stravolgerà in senso positivo tale piazza sarà il divieto assoluto di parcheggio; per tale soluzione sarà avviato a breve un confronto di idee per addivenire ad un progetto condiviso da tutti.

Intanto, fa presente Valentino, si procederà all'ultimazione degli imminenti lavori di ripristino del basolato dell'asse stradale, nel tratto comprensivo tra la colonna di san Sebastiano e l'innesto con Piazza del popolo (primo tratto di via Margherita di Savoia). "Si tratta del secondo stralcio del costo di 343mila euro di un progetto complessivo di 2 milioni e 800mila euro (Area vasta) di cui il primo stralcio relativo a piazza del popolo ed ammontante a 650 mila euro è già stato realizzato. Il 9 giugno l'area in questione sarà cantierizzata per dar inizio a suddetta riqualificazione per una durata dei lavori di 120 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prioritaria la riqualificazione di Piazza del Popolo"

LeccePrima è in caricamento