Politica

Pro 275, la protesta compie sei mesi: un appello al presidente regionale

Anche questa domenica il Comitato è sceso sulla statale per rinnovare le proprie paure e gli attacchi contestuali all'Anas

SCORRANO – E fanno sei mei. Sei mesi esatti, oggi, che è nata ed è stata portata avanti una particolare forma di protesta, messa in atto dai lavoratori che fanno capo al gruppo Palumbo, riuniti nel Comitato pro 275, la strada statale il cui iter per l’ammodernamento è soggetto a vicende ormai ben note.

Tutto bloccato, fra contenziosi interminabili e rilievi dell’Anac. Anche questa domenica, dunque, gli operai hanno manifestato in strada, all’altezza dello svincolo per Scorrano, con striscioni al seguito contro Anas, ma anche, questa volta, chiedendo apertamente l’aiuto del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Loro, gli operai, si dicono sempre determinati e convinti delle ragioni che li hanno spinti a una protesta a oltranza, pur di catalizzare l’attenzione su una vicenda che stanno vivendo come un dramma occupazionale sulla loro pelle e delle proprie famiglie (150, come evidenziato su uno degli striscioni srotolati questa mattina).

IMG-20170219-WA0002-2Il loro timore, espresso più volte e ribadito anche oggi, è che Anas, “dopo la restituzione dei terreni e aver scaricato tutto il groviglio sulla Regione” di “fare la statale non voglia saperne nulla”. Insomma, sono convinti che possa essere questa la linea di condotta, e aggiungono: “Per non parlare di quello che potrà succedere alla fine del contenzioso, dove Anas si dovrà assumere tutte le responsabilità”.

Da qui, il rinnovo di un appello rivolto a Emiliano, “sperando in una presa di posizione dura da parte della Regione nei confronti di Anas, chiedendo chiarezza sia sulle vere intenzioni, sia sui fondi stanziati dall’ente”. “E questo avvenga quanto prima – aggiungono -, perché forse domani sarà troppo tardi”. E, intanto, la loro battaglia continuerà. Questo è certo. Anche dopo questa ricorrenza di sei mesi per la quale, ovviamente, non c'è nulla da festeggiare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro 275, la protesta compie sei mesi: un appello al presidente regionale

LeccePrima è in caricamento