"Io come te", un percorso sociale per favorire il rispetto delle differenze

Contro la violenza e il sopruso presentato un progetto per la cittadinanza promosso da Agedo e sostenuto dalla Fondazione Con il Sud

LECCE - E' stato presentato il progetto "Io come Te - Percorso di introspezione sociale contro la violenza" di durata biennale, sostenuto dalla Fondazione Con il Sud nell’ambito del Bando Reti di Volontariato 2015 e promosso da Agedo Lecce in rete con Associazione Anyway Accessalento, Associazione Le Randage, Associazione "Philos", Fratres,LeA Liberamente e Apertamente, Lila Lecce Onlus, Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce, la partecipazione di Polis Aperta e con la collaborazione del Centro Servizi Volontariato Salento.

Il progetto, volto a promuovere una società sempre più orientata al rispetto delle differenze e al contrasto del pregiudizio e delle dinamiche di violenza e sopruso, promuoverà  “empowerment” dei cittadini e contribuirà allo sviluppo di un approccio comune nella prevenzione dei rischi e nella diffusione di informazioni e linee guida rivolte a famiglie, genitori e bambini.

"È sotto gli occhi di tutti una escalation di violenza - ha dichiarato Gian Franca Saracino, presidente di Agedo Lecce -. È una percezione  alimentata, oltre che da fatti di cronaca nazionale ed  internazionale, da relazioni  interpersonali di diffidenza, di paura, di chiusura. Si assiste poi a un aumento della fragilità sociale. Accanto a questi dati non possiamo certo trascurare la realtà, quella che viviamo ogni giorno, fatta da associazioni di volontariato che offrono un'azione di sponda in questo senso. Il progetto Io come te nasce proprio dalla volontà di mettere in rete le associazioni che in misura diversa si occupano di inclusione sociale e contrasto alla violenza e al pregiudizio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le azioni di progetto il dialogo con le nuove generazioni che vedrà il coinvolgimento di 15 istituti superiori della provincia di Lecce e dove la rete faciliterà un confronto rispetto alle dinamiche sociali che determinano il pregiudizio e la violenza; un centro ascolto mobile con numero telefonico dedicato, incontri partecipati, una rassegna cinematografica tematica, una applicazione informativa e interattiva, infine una toolkit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento