Apollo, tutti i numeri della prima. Tagliandi nominali, incasso in beneficenza

Katia Ricciarelli è la direttrice artistica dell'evento che costerà 160mila euro. Oltre al Presidente della Repubblica, atteso anche il ministro Franceschini

Una foto della conferenza stampa.

LECCE – A Palazzo Carafa si lavora alacremente in vista dell’inaugurazione del Teatro Apollo, prevista per il 3 febbraio alla presenza del presidente della Repubblica e, probabilmente, del ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini.

Questa mattina nel corso di una conferenza stampa l’assessore alla Cultura e al Marketing Territoriale, Luigi Coclite, ha illustrato il programma della serata, mentre il sindaco, Paolo Perrone, ha liquidato le polemiche sorte sui biglietti e sulla futura gestione dello storico contenitore pubblico, restituito alla città dopo anni di restauro.

Il consigliere comunale di minoranza, Carlo Salvemini, aveva chiesto infatti “una festa popolare e gratuita”, accessibile previo sorteggio mentre l’ex assessore Alessandro Delli Noci, oggi candidato sindaco, ha auspicato un dibattito a più voci per capire come meglio gestire l’Apollo dopo l’inaugurazione, anche alla luce del contributo che potrebbero dare i protagonisti del panorama culturale locale.

Sul primo punto l’assessore Coclite ha detto che sono in preparazione due giornate aperte alla cittadinanza, durante le quali una guida spiegherà a leccesi e turisti le fasi del recupero e la storia del teatro. Sul futuro dell’Apollo il primo cittadino ha invece spiegato che nei primi mesi, cioè fino alle elezioni, sarà il Comune ad occuparsi direttamente del teatro lasciando in eredità alla successiva amministrazione la valutazione della seguente idea: quella di una fondazione mista, aperta cioè anche ai privati e per periodi predeterminati.

Perrone si è comunque sentito di dare un suggerimento a chi prenderà il suo posto: quello di riservare l’Apollo a eventi di qualità, nel campo operistico, del balletto, della prosa evitando “la tentazione di una gestione provinciale”, quella cioè di concederlo a prescindere dal valore artistico degno del teatro.

I biglietti: quanto costano, dove comprarli.

La capienza è di circa 700 posti e i tagliandi, salvo una quota residuale riservata al Quirinale, sono a pagamento, per tutti. L’agevolazione prevista per assessori e consiglieri consiste in un diritto di prelazione da esercitare entro 48 ore dall’inizio della vendita (da venerdì, solo presso l’info-point del Castello Carlo V).

I prezzi sono 80 euro per le poltronissime, 60 per le poltrone, palco 40 e loggione 20. Sulle prime due categorie gli amministratori potranno avvalersi della corsia preferenziale, limitatamente a due posti per le poltronissime e quattro per le poltrone. L’accesso al teatro, per motivi di sicurezza dovrà avvenire entro le 17, un’ora e mezzo prima dell’inizio dell’evento inaugurale. Al momento dell’ingresso nell’area del teatro si dovrà esibire un documento di identità per attestare la corrispondenza col biglietto nominale. L’incasso sarà devoluto, ha detto Perrone, “ad un attrattore culturale delle zone colpite dal terremoto, da individuare insieme ai sindaci del posto”.

Giannini, Ricciarelli e Gelmetti.

La direzione artistica della serata, il cui costo complessivo è di 160mila euro, è stata affidata a Katia Ricciarelli, quella dell’orchestra, composta da 63 elementi, al maestro Gianluigi Gelmetti. Il coro (Coro Lirico di Lecce, maestro Emanuela Di Pietro) sarà composto da 60 voci.

Una richiesta esplicita dell’amministrazione comunale ai direttori contattati, ha spiegato Perrone, è stata quella di coinvolgere i componenti della Ico Tito Schipa di Lecce, l’istituzione concertistica dipendente dalla Provincia che ora non ha più fondi né competenze per tenerla in vita. In questo senso l’augurio del sindaco è che le attività nel Teatro Apollo possano dare anche in prospettiva un’opportunità ai qualificati musicisti che hanno risposto con entusiasmo alla chiamata per l’inaugurazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul palco si esibiranno un tenore e un soprano, i cui nomi non sono stati ancora comunicati mentre Giancarlo Giannini farà un intervento dopo quello introduttivo del primo cittadino e declamerà alcune poesie. Il programma di massima prevede un brano corale, un’aria per soprano e una per tenore, un duetto, il coro Va Pensiero dal “Nabucco”, il Brindisi da la “Traviata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento