Politica

Capitale italiana della cultura: tra gli assi di Lecce anche Carmen Consoli e Gino Paoli

Il sindaco, Paolo Perrone, con gli assessori Luigi Coclite e Alessandro Delli Noci, ha presentato il programma fino a settembre: musica lirica, classica e leggera, teatro e danza. Tra i concerti quello di Francesco Libetta e Massimo Quarta, il 30 agosto

Carmen Consoli (@TM News/Infophoto)

LECCE – “La città sta esplodendo, non so se ve ne siete accorti”. E’ visibilmente soddisfatto il sindaco, Paolo Perrone, durante la conferenza stampa di presentazione degli eventi in programma nell’ambito di Lecce Capitale Italiana della Cultura 2015, riconoscimento che condivide con Siena, Cagliari, Ravenna e Perugia per “consolarsi” della vittoria di Matera in prospettiva europea per il 2019.

Il primo cittadino ha approfittato dell’occasione per candidare Lecce come polo di riferimento pugliese nel settore culturale: un’affermazione non solo per la gloria dal momento che si inizia a negoziare per i fondi strutturali europei che dispenseranno milioni e milioni di euro nei prossimi anni.

Circa 100 gli eventi in calendario, i primi dei quali si sono già tenuti, fino al termine dell’anno.  La dotazione finanziaria complessiva è di un milione di euro e il Comune di Lecce ha deciso di utilizzare la gran parte per l’allestimento degli eventi, 800 mila euro, mentre il resto è stato destinato ad infrastrutturazione: lo sforzo è stato quello di ampliare quanto più possibile l’offerta culturale per accontentare i veri segmenti di pubblico, ma anche di alzare il livello della stessa con ospiti di grande richiamo: da Carmen Consoli (6 agosto) e Gino Paoli (con Danilo Rea il 1 settembre) per la musica leggera a Carla Fracci (7 agosto) e Raffaele Paganini (27 luglio) per la danza, solo per fare un paio di esempi.

Il centro storico è naturalmente la sede privilegiata del cartellone con eventi previsti al castello di Carlo V, al Must, al Teatro Romani, nell’ex convento dei Teatini, nell’Anfiteatro, in Piazza Libertini, ma ci sono anche “escursioni”: per il cabaret - con Farina, Covatta e Cornacchione - presso la struttura privata Outline (25 luglio, 1 e 8 agosto), all’ostello di San Cataldo per il Festival Sud Est indipendente (dal 24 al 26 luglio) al Parco di Belloluogo per La Notte dei poeti (21 agosto) e, probabilmente al Parco Archeologico di Rudiae, dove sono in corso importanti scavi per riportare alla luce l’anfiteatro (27 agosto e 20 settembre). Manca solo il via libera definitivo, ma l’assessore alla Cultura e al Turismo, Luigi Coclite, sta facendo il possibile per far conoscere al pubblico un sito che nei prossimi anni, se opportunamente recuperato, potrà divenire un luogo di grande richiamo di visitatori.

Lo stesso Coclite ha espresso il proprio rammarico per non essere riuscito a ottenere dalla curia l’assenso all’utilizzo di Piazza Duomo per le opere liriche Traviata e Tosca. Rilievo sarà dato al recupero della tradizione del folk leccese, in occasione della festa patronale e più in generale alla tradizione bandistica: il 4 agosto, Funk Off, la più grande marching band italiana chiuderà il Locomotive Jazz festival con una festa nell’anfiteatro di piazza Sant’Oronzo. Tra le chicche del programma l’esibizione congiunta di Francesco Libetta, pianista, e di Massimo Quarta, violinista per il Lecce Chamber Music Festival (30 agosto).

Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’assessore all’Innovazione, Alessandro Delli Noci, che ha annunciato il lancio di un portale sul quale non solo ci si potrà aggiornare sul calendario degli eventi, ma si potranno segnalare iniziative che verranno valutate ed eventualmente inserite.

LECCE 2015 programma EVENTI-2 (il calendario in formato pdf)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale italiana della cultura: tra gli assi di Lecce anche Carmen Consoli e Gino Paoli

LeccePrima è in caricamento