Politica

Contratti in scadenza, nessuna proroga. Forza Italia pronta ad occupare la Asl

Alcune figure professionali, tra cui operatori socio sanitari e autisti di ambulanza, attendono la proroga del rapporto di lavoro. Aloisi e Congedo (Fi) sul piede di guerra: "Il direttore Mellone è uno smemorato, ha ignorato l'indirizzo politico deciso dalla Regione"

La sede della Asl di Lecce

LECCE – Si addensano le nubi sulla Asl di Lecce, premonitrici di una nuova bufera. Alcune figure professionali di particolare rilievo, tra cui gli autisti delle ambulanze e gli operatori socio sanitari, attendono la proroga dei propri contratti in scadenza. Proroga che, però, tarda ad arrivare. Ed il dito è puntato contro il direttore generale dell’azienda sanitaria, Valdo Mellone, che viene definito uno “smemorato” dal consigliere regionale di Forza Italia, componente della commissione consiliare Sanità, Aldo Aloisi, il quale promette battaglia e annuncia l’occupazione della direzione generale già domani mattina.

 “Mesi fa – racconta Aloisi - presentammo un emendamento con cui stabiliva che il personale medico, infermieristico, tecnico e sociosanitario in servizio a tempo determinato ottenesse il rinnovo contrattuale. Lo ritirammo durante la seduta del Consiglio regionale del 29 luglio perché l’argomento, almeno in evidenza, incontrava il favore sia nostro che dei colleghi di maggioranza e dell’assessore alla Sanità, Donato Pentassuglia”.

“ Tuttavia – prosegue - apprendiamo che il direttore dell’ Asl leccese ha vuoti di memoria e ha scordato il chiaro indirizzo politico dell’assise regionale emerso in sede di approvazione del bilancio 2013, ed anche in seguito con un ordine del giorno approvato in Consiglio regionale. Per questo, non potendo immaginare un servizio sanitario in cui gli operatori lavorano senza alcuna certezza mese per mese, domani manifesterò tutto il mio dissenso occupando la sede della Asl”.

Sul piede di guerra anche il vicecapogruppo vicario del medesimo partito, Erio Congedo che dichiara di condividere le preoccupazioni dei sindacati e di tutti quei lavoratori che non hanno visto mantenere le promesse fatte, nel corso degli ultimi mesi, sulla proroga dei contratti in scadenza. “Auspico che l’assessore al ramo, Donato Pentassuglia, intervenga al più presto per ridare la giusta e doverosa serenità a chi tutti i giorni e in un sistema difficile concorre a consentire l’erogazione del servizio sanitario regionale”, dichiara il politico.

“Personalmente –prosegue Congedo - mi dispiace che si possa mettere in discussione e trascurare l’indirizzo deciso dal Consiglio regionale, ovvero che le proroghe riguardassero anche gli operatori socio sanitari, gli autisti ed altre figure professionali. Ciò non è stato e per questo chiedo che l’assessore regionale alla Sanità prenda le redini della situazione ed intervenga nella direzione indicata dall’assise pugliese e condivisa da maggioranza e opposizione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti in scadenza, nessuna proroga. Forza Italia pronta ad occupare la Asl

LeccePrima è in caricamento