menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
palazzo dei celestini3

palazzo dei celestini3

Provincia, 4 regolamenti per marchio "Salento d'amare"

Lavori a Palazzo dei Celestini. Unanimità su concessione del brand, attività ricettive, prodotti a gricoli ed artigianali. Firmato inoltre l'atto con Alba service per manutenzione scuole e strade

Giornata di lavori per il Consiglio provinciale. In avvio si è discusso di una mozione a firma di Maria Antonietta Capone, dei Comunisti italiani, nella quale si richiedeva la condanna verso gli autori dei manifesti (con loro rimozione) affissi in città e nei quali si inneggia la cacciata dei comunisti dall'Italia. La mozione non è stata votata perché non ha ottenuto i due terzi dei consensi necessari per il carattere d'urgenza.

Successivamente, l'assise consiliare, con 21 voti a favore ed 8 contrari, ha approvato l'atto di indirizzo in materia di convenzione Provincia-Alba Service riguardante i servizi di manutenzione degli uffici ad uso scolastico e delle strade provinciali, ed a quello per il servizio di pulizia e uscierato. Con l'approvazione delle delibere il termine finale (in precedenza fissato per il 20 luglio 2009), è stato prorogato al 31 dicembre 2011.

Parere unanime, invece, per i regolamenti predisposti da Italia Lavoro in merito alla concessione del marchio "Salento d'Amare". I quattro regolamenti riguardano: la concessione del marchio, le attività ricettive e della ristorazione, i prodotti agricoli ed agroalimentari ed i prodotti artigianali.

Sempre all'unanimità è passato l'emendamento alla stessa deliberazione proposto dal presidente Giovanni Pellegrino, in cui l'ente provinciale "si riserva la possibilità di utilizzare il marchio Salento d'Amare per operazioni in favore di società sportive di livello professionistico, nella prospettiva di una valorizzazione complessiva del territorio, ovvero di concederne onerosamente l'uso in favore di imprese insediate nel Salento, ma i cui prodotti abbiano già un rilevante mercato nazionale o internazionale".

In un intervento, l'assessore al marketing territoriale Maria Rosaria Manieri, ha ricordato che nel maggio del 2006, nell'ambito del progetto 'Marchi d'area' sono stati pubblicati due bandi: uno destinato alle imprese riguardante la possibilità di ottenere assistenza tecnica per il miglioramento del proprio sistema organizzativo e richiedere incentivi all'assunzione di nuovi lavoratori a tempo indeterminato l'altro, destinato ai disoccupati per la formazione ed il tirocinio nei settori interessati dal progetto, con la possibilità di ottenere un incentivo per la creazione di microimprese.


Questi i risultati registrati al momento: 15 imprese usufruiscono dal 1primo dicembre del 2006 e fino al 28 febbraio 2007 di consulenza specialistica - 12 hanno assunto a tempo indeterminato 24 persone -tre sono in fase di istruttoria. A marzo, quindi, partiranno i tirocini all'interno di aziende private ed istituzionali e che interesseranno 21 lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento