Politica

Provincia: "Bilancio, test superato a pieni voti"

Consiglio straordinario. Caputo: "Abbiamo migliorato la capacità di realizzazione delle opere pubbliche". Intanto Pellegrino rinuncia all'indennità di carica e Margarito chiede Adsl per tutti i comuni

palazzo dei celestini3-16

"La Provincia di Lecce supera a pieni voti il test di verifica degli equilibri di bilancio e sullo stato di attuazione dei programmi". Così l'assessore provinciale al Bilancio Carmine Caputo, durante la seduta straordinaria del Consiglio provinciale di Palazzo dei Celestini che si è svolta questa mattina. "L'amministrazione Pellegrino - ha spiegato l'assessore - ha migliorato la sua capacità di realizzazione delle opere pubbliche innalzandola ad oltre il 30 per cento annuo, percentuale questa, raffrontata con quelle degli altri enti analoghi, ben al di sopra della media. La spesa corrente e le entrate hanno avuto una manifestazione coerente ed armonica rispetto alle previsioni di bilancio che assicura un pieno equilibrio nella gestione dell'ente".

Al vaglio del Consiglio anche l'ordine del giorno proposto da Donato Margarito per l'attivazione del servizio Adsl presso i piccoli Comuni della provincia di Lecce. Margarito ha sottolineato l'importanza strategica della connessione veloce ad Internet, chiedendo al presidente della Provincia di attivare un'opera di monitoraggio per stabilire il numero esatto di Comuni e frazioni sprovvisti dell'Adsl. L'obiettivo finale è di invitare bonariamente la Telecom a fornire il servizio a tutto il territorio della provincia di Lecce, senza nessuna esclusione. Si tratta di ordine del giorno che il presidente Pellegrino ha recepito, anche sulla scorta di un parere formulato dal servizio Avvocatura della Provincia che individua le possibili iniziative assumibili sia dai singoli utenti che dallo stesso ente, sempre nei limiti delle proprie possibilità.

Per quanto riguarda invece gli ultimi due punti all'ordine del giorno, in merito le nomine dell'Agenzia di assistenza tecnica agli Enti locali e dell'Istituto di culture mediterranee, Pellegrino ha chiesto il ritiro degli argomenti. "Non per una difficoltà oggettiva della maggioranza nell'adottare questi provvedimenti - ha motivato -, ma per una mia intenzione, già manifestata nei lavori dell'ultima assise di non restare estraneo al dibattito sulla riduzione dei costi della politica e degli enti partecipati. La mia è una proposta complessiva che va a collocarsi nel trend generale previsto dal disegno di legge varato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri - ha proseguito - ed è mia intenzione anticipare gli effetti di questo disegno di legge. Proprio nell'ottica di un piano complessivo di riduzione della spesa, nei prossimi giorni scriverò al direttore generale, al segretario generale ed al presidente del Consiglio per rinunciare alla mia indennità di carica che, con l'imminente disegno di legge, non è più cumulabile con il vitalizio di parlamentare", ha sottolineato.

"La mia idea è quella di snellire quanto possibile tutti questi enti partecipati, passando, oltre che da una decisione della maggioranza, anche dal Consiglio perché sono necessarie delle deliberazioni per modificare gli statuti di queste società partecipate", ha concluso il presidente. Il Consiglio ha dunque fatto propria la richiesta di Pellegrino, ritirando i due punti all'ordine del giorno.

Cambiando decisamente argomento e affrontando i lavori di Giunta, sono stati approvati i progetti definitivi riguardanti lavori di ristrutturazione ed adeguamento di due istituti scolastici. Gli interventi adottati, per un importo complessivo di 1 milione e 200mila euro l'approvazione del progetto definitivo dei lavori di ristrutturazione del piano seminterrato dell'ex Ipai da destinare a laboratori dell'Istituto "De Pace" di Lecce (700mila euro) ed il progetto definitivo dei lavori di manutenzione, ristrutturazione ed adeguamento normativo dell'Istituto "Giannelli" di Parabita (500mila euro).


"Con questi interventi intendiamo potenziare ulteriormente l'impegno della Provincia di Lecce nel campo dell'edilizia scolastica e dell'adeguamento e messa in sicurezza degli stessi immobili", ha dichiarato l'assessore provinciale all'Edilizia scolastica Salvatore Capone. "Insieme alla salvaguardia del patrimonio dell'ente, nostro primario obiettivo è quello della sicurezza degli istituti, in modo da offrire a studenti, docenti e personale tutto i contenitori più idonei per l'istruzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: "Bilancio, test superato a pieni voti"

LeccePrima è in caricamento