Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Pug a San Cesario. Incompatibilità di maggioranza ed ombre sul documento

Sette membri dell'amministrazione si astengono per ragioni di incompatibilità dal voto sul piano urbanistico: sarà il commissario ad acta ad approvare lo strumento urbanistico. Dalle opposizioni accuse alla delibera del 30 maggio

SAN CESARIO DI LECCE – Sette consiglieri di maggioranza incompatibili con il voto sul piano urbanistico generale. La denuncia politica arriva dai rappresentanti di opposizione, a San Cesario, Giancarlo Ciricugno (“Spazio Comune”), Fernando Coppola e Massimo Liaci (“Futuro in Corso”, che sottolineano come, durante l’ultimo consiglio comunale, presieduto da un imbarazzato sindaco è emersa l'incompatibilità di sette componenti l'assemblea ad adottare il Pug.

Il sindaco Romano, già assessore all’urbanistica nei precedenti 5 anni, e gli altri sei consiglieri di maggioranza hanno dichiarato la propria incompatibilità ai sensi dell'articolo 78 del testo unico degli enti locali nella parte in cui dispone che gli amministratori “devono astenersi dal prendere parte alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al quarto grado”.

“Pertanto – evidenziano i tre consigliere di opposizione - , dopo quasi sei anni dal conferimento dell'incarico al progettista, sarà il commissario ad acta, di nomina regionale, ad approvare il pug. Ciononostante, confusione e misteri fanno da contorno ad una vicenda che, di tanto in tanto, ha fatto registrare polemiche anche all’interno della stessa maggioranza, come nel caso della riqualificazione di alcune zone in località Aria sana”.

Le opposizioni precisano che a suscitare “gravi ombre sulla legittimità della procedura è la partecipazione di Romano, Rollo, Litti e Greco alla delibera con cui la giunta il 30 maggio scorso ha proposto al consiglio l’adozione del Pug”, in quanto, “la deliberazione sarebbe illegittima, se, a quella data, anche un solo componente dell’esecutivo risultasse incompatibile”: “Denunceremo l’ulteriore ‘pagina nera’ – concludono - della giunta Romano al competente assessorato regionale, nella convinzione che i cittadini hanno diritto a provvedimenti amministrativi trasparenti ed al di sopra di ogni sospetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pug a San Cesario. Incompatibilità di maggioranza ed ombre sul documento

LeccePrima è in caricamento