Politica

Punto nascita di Casarano: la Asl valuta di mantenere i servizi diurni

Oggi il primo incontro tecnico con i direttori dei reparti. La dismissione di Ostetricia e ginecologia, prevista per il 1° settembre, potrebbe non essere totale

CASARANO – Il punto nascita di Casarano si avvia verso la chiusura, già fissata per il 1° settembre. La dismissione del reparto di Ginecologia ed ostetricia dell’ospedale Ferrari, però, potrebbe non essere totale.

La Asl di Lecce, infatti, sta ragionando sulla possibilità di mantenere in vita almeno i servizi sanitari diurni, pediatrici e ginecologici. In buona sostanza, fanno sapere dalla direzione generale di via Miglietta, l’area materno-infantile non scomparirà del tutto con la disattivazione dei posti letto per ricovero, ma conserverà attività specifiche, con prestazioni sia ambulatoriali sia in day service.

Oggi pomeriggio, intanto, sono iniziati gli incontri propedeutici alla dismissione del reparto: il primo con i direttori di presidio e i direttori dei reparti dei due ospedali interessati. L’obiettivo è quello di concertare i passaggi organizzativi, nei tempi opportuni, per garantire lo spostamento dell’attività a Gallipoli, così come previsto dal piano di riordino della Regione Puglia.

Ulteriori dettagli saranno oggetto di successivi incontri con le organizzazioni sindacali che dovranno valutare la distribuzione del personale. Nelle intenzioni dell’azienda sanitaria, infatti, la Pediatria e l’ostetricia di Gallipoli saranno dotate del personale medico necessario per assorbire le attività dismesse. E ciò comporterà una riorganizzazione del lavoro all’interno dei reparti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto nascita di Casarano: la Asl valuta di mantenere i servizi diurni

LeccePrima è in caricamento