Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

"Quale il ruolo delle donne nel Partito democratico?"

Adriana Poli Bortone, coordinatore di An in Puglia, entra nel merito del nuovo organismo di centrosinistra e sottolinea "le liti sulla leadership, come era prevedibile", punzecchiando Sergio Blasi

Cinica Adriana. "Nel nuovo Partito democratico salentino, come a livello nazionale, già sorgono, come era prevedibile, le liti sulla leadership. Gli ex comunisti non intendono cedere il passo. E' un copione già visto". Il coordinatore di Alleanza nazionale in Puglia Adriana Poli Bortone dice sulla sua sugli avversari politici e non lesina critiche sulla nascita del nuovo partito. Contrasti sono emersi esistenti sulla candidatura del sindaco di Melpignano, Sergio Blasi, e lei non risparmia il esame politico, in cui spicca l'analisi del ruolo delle donne.


"Il processo di progressiva 'democratizzazione' - dice Adriana Poli Bortone - va bene solo a patto che sia guidato dagli ex comunisti. E' la battaglia per le pari opportunità? E' l'ennesima volta che nel Salento quando si tratta di poter dimostrare con i fatti la valorizzazione delle donne tutto si blocca di fronte a metodi tipicamente propri dell'egemonizzazione. Le donne 'democratiche', nuove o vecchie che siano, provenienti dalla militanza o da altre esperienze, dovranno segnare il passo o, al massimo, saranno ammesse a partecipare alla 'Notte della Taranta': il sindaco di Melpignano - conclude con sarcasmo - è un democratico vero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quale il ruolo delle donne nel Partito democratico?"

LeccePrima è in caricamento