Referendum, Forza Italia scende nelle piazze per invitare a votare "sì"

Il partito azzurro sarà presente domenica in una sessantina di località salentine per esporre le ragioni contro le trivelle

LECCE – Forza Italia invita alla mobilitazione generale e scende in campo con il #NoTrivDay”. Contro le trivelle, sostiene il “sì” a spada tratta e domenica il partito azzurro si presenterà con gazebo e volantini in oltre di sessanta piazze della provincia di Lecce per chiare le ragioni del voto al Referendum previsto del 17 aprile.

Questa mattina la presentazione dell'iniziativa presso la sede provinciale, in via Gentile, a Lecce. I vertici provinciali e regionale di Forza Italia, questa mattina, hanno ribadito sia l’importanza della partecipazione al voto, sia il perché del “sì”, contro una norma che garantisce il rinnovo delle concessioni per estrarre il petrolio entro le 12 miglia dalla costa. Tutti i sostenitori del “sì” temono che ciò possa comportare un colpo mortale al mare, al paesaggio e, di riflesso, al turismo.

“Il Referendum del 17 aprile – ha spiegato il coordinatore provinciale, Paride Mazzotta – ha una doppia valenza. Al primo posto c’è, ovviamente, la necessità di tutela del nostro mare e del paesaggio contro il tentativo deliberato da parte del governo Renzi di svendere questo tesoro inestimabile alle lobby del petrolio”.

“Ma votare sì al Referendum – ha aggiunto - vuole dire anche manifestare apertamente la propria volontà di mandare a casa un governo abusivo che nelle ultime settimane si è spinto oltre, incitando i cittadini a restare a casa e calpestando il più lato strumento di democrazia partecipata previsto dalla nostra Costituzione. Per questo – ha concluso - è fondamentale recarsi alle urne la prossima domenica, ma soprattutto votare sì sulla scheda referendaria”.

“E’ un governo nemico dell’ambiente, con forti interessi tra le compagnie petrolifere, le multinazionali e i poteri forti - ha incalzato Paolo Pagliaro, dell’ufficio di presidenza di Forza Italia e responsabile del referendum per il partito – il peggiore degli ultimi 30 anni. Per questo le nostre bandiere saranno in piazza, per informare i cittadini e per sensibilizzare, perché nello spirito di Forza Italia c’è da sempre la mobilitazione collettiva, la condivisione delle idee e delle battaglie con la gente“.

Erano presenti in conferenza stampa anche la vice coordinatrice regionale Federica De Benedetto, la responsabile dipartimento diritti civili Filomena D’Antini  e il capogruppo di Forza Italia al Comune di Lecce Giuseppe Ripa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica i banchetti di Forza Italia saranno presenti in Piazza Mazzini e Piazza Sant’Oronzo a Lecce e, come detto, in tanti altri comuni, fra cui Gallipoli, Nardò, Galatina, Surbo (e nella frazione Giorgilorio), Copertino, Casarano, Cavallino, Calimera e via dicendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento