rotate-mobile
La scelta

Quesiti referendari Cgil sul lavoro: presidente Emiliano sottoscrive la proposta

Con il governatore pugliese firmano altri rappresentanti della sua amministrazione come Piemontese e Triggiani che si uniscono alla scelta già fatta dai salentini Delli Noci e Capone

BARI - Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha sottoscritto le quattro proposte referendarie sul lavoro promosse dalla Cgil, ritenendo la battaglia più rilevante quella contro il Jobs Act.

“È la seconda volta che firmo il referendum della Cgil contro il Jobs Act – ha dichiarato – che è stata una di quelle storie non positive del Partito Democratico. Non positiva è stata anche l'abolizione dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori”.

“Adesso – ha aggiunto - il Partito Democratico, con la segreteria Schlein, ha ripreso il suo cammino nel suo alveo naturale, ovvero la vicinanza nei confronti di chi lavora, di chi fa fatica ad arrivare alla fine del mese, di chi si oppone allo sfruttamento e ai contratti precari, che sono il contrario di ciò che la Costituzione prevede e lo Stato dovrebbe fare, ovvero favorire un’occupazione che renda possibile la dignità di ciascuno”.

 Con Emiliano hanno firmato anche il vice presidente della Regione e assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, e l’assessora regionale all’Ambiente, Serena Triggiani, che si vanno ad aggiungere all’assessore allo Sviluppo, Alessandro Delli Noci che aveva già sottoscritto i quesiti.

Firma a sostegno anche della Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Loredana Capone, della consigliera del Movimento Cinquestelle ed ex assessora al Welfare, Rosa Barone, del direttore dell'istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea, Vito Antonio Leuzzi.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quesiti referendari Cgil sul lavoro: presidente Emiliano sottoscrive la proposta

LeccePrima è in caricamento