Politica

Acceleratore lineare contro i tumori: Regione stanzia 2,7 milioni per il “Vito Fazzi”

Con i fondi strutturali europei l'assessorato al Welfare ha autorizzato la Asl leccese all'acquisto del macchinario che rappresenta la frontiera più avanzata nella radioterapia ma anche un'alternativa non invasiva all'operazione chirurgica

Il polo oncologico presso il "Vito Fazzi" di Lecce.

LECCE – Entro il maggio del 2015 un acceleratore lineare di ultima generazione sarà in funzione nella Asl di Lecce. La comunicazione ufficiale è arrivata dalla Regione Puglia questa mattina, ma già nei giorni scorsi la notizia era già filtrata.

Della questione se ne è discusso ancora ieri in consiglio comunale dove lo stesso sindaco, Paolo Perrone, aveva auspicato passi concreti dell’istituzione regionale, con l’auspicio che il territorio salentino non venisse penalizzato. La risposta è arrivata dall’assessore regionale al Welfare, Elena Gentile, poche ore dopo.

La Regione ha infatti autorizzato l’azienda sanitaria leccese ad acquistare per il “Vito Fazzi di Lecce” il complesso macchinario che rappresenta l’ultima frontiera della radioterapia contro molte patologie tumorali (soprattutto dei tessuti molli) e anche un’alternativa all’operazione chirurgica. La spesa prevista è di 2,7 milioni di euro.

L’acceleratore né solo uno strumento indispensabile nel contrasto ai tumori, ma rappresenta un fondamentale investimento in campo sanitario, sia perché eviterà a centinaia di pazienti “viaggi della speranza” verso destinazioni più attrezzate. Attualmente in Italia ne esistono solo una manciata. Adesso tocca all’Area patrimonio della Asl attivare la procedura di gara.

Negli ultimi mesi la classe politica della provincia di Lecce, ad ogni livello istituzionale, ha sollevato più volte la questione. E numerose amministrazioni comunali hanno approvato una delibera per sollecitare la Regione a trovare le disponibilità finanziarie necessarie per l’installazione del macchinario nel polo oncologico del nosocomio leccese. I fondi sono stati rinvenuti nella dotazione aggiuntiva dei fondi strutturali europei (Fesr 2007-2013).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acceleratore lineare contro i tumori: Regione stanzia 2,7 milioni per il “Vito Fazzi”

LeccePrima è in caricamento