Politica

Leggere e pieghevoli. La Regione consegna agli studenti le bici "intelligenti"

Nel chiostro del "Principe Umberto" i primi cento modelli sono stati affidati ai ragazzi, in comodato d'uso gratuito annuale. Il progetto rientra nelle attività dell'assessorato di Guglielmo Minervini per la mobilità sostenibile

 

LECCE –  Piccole, pieghevole, leggere. Sono le cento biciclette che la Regione Puglia ha consegnato agli studenti dell’Università del Salento. Una prima tranche di quanto previsto dal progetto “Cicloattivi” inserito nel programma “Creattivamente” promosso dall’assessorato alla Mobilità guidato da Guglielmo Minervini, che ha dichiarato: “Oltre alla componente infrastrutturale deve essere prevalente un cambiamento nella dimensione culturale. Abbiamo quindi chiamato gli studenti universitari a essere le prime avanguardie, i testimonial della mobilità sostenibile in Puglia”. Le due ruote infatti sono pensate per agevolare gli spostamenti degli studenti tra treno e autobus, dove, tra l’altro, possono essere tranquillamente portate senza particolare ingombro.

I ragazzi, inseriti in un’apposita graduatoria che ha privilegiato i fuori sede con regolare contratto d’affitto e gli studenti stranieri, hanno sicuramente gradito. L’anticipo, altre 179 saranno consegnate nelle prossime settimane, è avvenuto nel chiostro della sede universitaria del “Principe Umberto”. Sono stati già istallati i cicloposteggi: 24 moduli da 20 posti bici per offrire un totale di 480 postazioni e sarà prevista anche l’attivazione di una ciclofficina presso la sede dell’ateneo nel Codacci Pisanelli. Non si tratta, naturalmente, di un regalo ma di una “adozione” sotto la formula del comodato d’uso gratuito per un anno.

Nel progetto sono state coinvolti, oltre all’ateneo salentino, le università di Foggia e Bari e il Politecnico di Bari. “Per la ripartizione delle biciclette tra gli atenei – si legge sul sito istituzionale - l’assessorato, utilizzando come fonte dei dati l’Ufficio di statistica del ministero dell’Università e della ricerca per l’anno accademico 2009/2010 (i dati attuali sono in aggiornamento), ha adottato come criterio il numero di studenti iscritti presso ciascuna sede. In proporzione saranno così 868 le biciclette assegnate all’Università di Bari che ricomprende le sedi decentrate di Brindisi e Taranto, 168 a Foggia, 379 a Lecce e 185 al Politecnico di Bari. Ulteriori biciclette verranno poi affidate all’Adisu per essere a disposizione degli studenti che alloggiano nelle residenze universitarie per servizi gratuiti di noleggio giornaliero”.

Soddisfazione è stata espressa da Loredana Capone, vice presidente della Regione e candidato sindaco del centrosinistra a Lecce, presente alla breve cerimonia di consegna: “Attraverso questo progetto si intende agevolare la mobilità sostenibile per ottenere due risultati: meno smog in città e risparmio per gli studenti e le loro famiglie in un momento difficile per l’aumento dei costi del carburante”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leggere e pieghevoli. La Regione consegna agli studenti le bici "intelligenti"

LeccePrima è in caricamento