Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Regione dà via libera alla Pet-Tc del centro Calabrese

Si chiude con l'accreditamento dell'unico centro titolare del macchinario per la diagnosi precoce dei tumori in provincia da parte della Regione Puglia: è la fine di un estenuante braccio di ferro

PET-TC-9

CAVALLINO - Il Salento avrà la sua Pet-Tc e si porranno fine ai cosiddetti viaggi della speranza dei malati di cancro della provincia: la Regione Puglia ha finalmente dato il via libera all'accreditamento istituzionale per il "Centro di Medicina Nucleare Calabrese", titolare dell'unico macchinario Pet-Tc per la diagnosi precoce dei tumori in provincia di Lecce.

Si chiude con una notizia positiva quello che a molti è parso un estenuante braccio di ferro: superato, dunque, il più complicato ostacolo posto dall'Amministrazione regionale, al fine di consentire a migliaia di pazienti di effettuare l'esame presso il centro di Cavallino e non dover quindi più sostenere i "viaggi della speranza" verso altre strutture del centro-nord Italia.

"Adesso - spiega il dottor Giuseppe Calabrese, amministratore del centro -, per dare sostanza all'accreditamento istituzionale, è necessario procedere rapidamente all'assegnazione del budget per la struttura salentina e completare l'intesa con l'Asl di Lecce per le prestazioni riservate ai ricoverati".


"A quasi un anno di distanza dall'inaugurazione della struttura - aggiunge ancora -, diventa ora indispensabile essere più celeri, completare l'iter burocratico con l'assegnazione di un tetto adeguato alle esigenze del territorio e garantire il funzionamento dell'unica struttura di Per-Tc della provincia di Lecce".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione dà via libera alla Pet-Tc del centro Calabrese

LeccePrima è in caricamento