Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Regione Salento replica a Messuti: "Sei stato poco convincente"

Franco Ruggiero, segretario politico del movimento, risponde all'assessore Messuti: "La nostra idea generata dall'uso improprio che si fa delle municipalizzate. E Pagliaro non è un avversario, ma un alleato con cui confrontarsi"

 

LECCE – “Caro Gaetano, anche noi non siamo d'accordo con te”. A stretto giro, arriva la replica di Franco Ruggiero, segretario politico del movimento Regione Salento, inserito nella federazione di Apl, che così replica all’assessore. “La nostra idea – spiega il referente del movimento presieduto da Paolo Pagliaro -, senza nulla togliere alle professionalità degli operatori, è generata dall'uso improprio che si fa delle municipalizzate e, per molti aspetti, dai costi clientelari prodotti da queste, ma questo è un altro argomento”.

“Conoscendo da semplici automobilisti le strade della nostra città, non abbiamo parlato di adozione gratuita, ma di adozione che possa determinare tempi certi d'intervento e minori costi per la pubblica amministrazione. Non sappiamo in che termini hai invitato gli operatori – prosegue - ma crediamo che un avviso pubblico per la manutenzione del manto stradale e verde non possa che essere apprezzato dalle aziende”.

“C'è modo e modo di chiedere, di invitare e di portare convenientemente a termine un progetto, con un buon risultato per la collettività. Evidentemente, caro Gaetano, non sei stato convincente. Ma il problema è la scorretta concorrenza per le piccole e medie imprese del territorio rispetto alle corsie preferenziali che hanno i carrozzoni delle municipalizzate”, dice ancora Ruggiero.

“Non capiamo il motivo per cui alla Lupiae si possano pagare gli interventi mentre agli imprenditori si debba chiedere un intervento gratuito. La nostra idea partiva dall'offrire standard qualitativi superiori prevedendo bonus su oneri comunali e non adozioni gratuite. Relativamente agli attuali standard, gli interventi che vengono effettuati sono sotto gli occhi di tutti, e basta fare un giro per Lecce per capire quale sia il vero problema: toppe di cemento messe irregolarmente, ma regolarmente inutili e provvisorie, non appena viene giù un po’ di pioggia, marciapiedi divelti e continui aggiustamenti costosi e troppo improvvisati”.

Infine, una nota dal tono più prettamente politico: “Apl e il candidato a sindaco Paolo Pagliaro, non sono l'avversario o il nemico da contrastare, ma alleati, con cui confrontarsi, accogliendo magari le buone istanze e le idee che nascono nell'interesse dei cittadini leccesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Salento replica a Messuti: "Sei stato poco convincente"

LeccePrima è in caricamento