Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Respinto il reclamo, il locale dell’ex convento dei Cassinesi in vendita

Punto a favore della Provincia e della società di cartolarizzazione della Celestini srl nel contenzioso dinanzi al Tribunale civile

LECCE – Respinto il reclamo degli occupanti di uno degli immobili dell’ex convento dei Cassinesi di via Rubichi  a Lecce, inserito nel piano di alienazione della Provincia, e questo primo round favorevole segna un punto a favore dell’ente e della società per la cartolarizzazione del patrimonio immobiliare della Celestini srl. Gli occupanti del locale, uno dei nove lotti tra negozi abitazioni e laboratori per i quali la Provincia ha rinnovato la procedura di dismissione nei mesi scorsi, si erano opposti alla presa di possesso da parte della Celestini srl e della Provincia rivendicando un preteso acquisto per usucapione e comunque l’avvenuto spoglio violento da parte dell’ente proprietario.

Per questo è stato avviato un contenzioso dinnanzi al Tribunale civile di Lecce e dopo un intervento cautelare del giudice monocratico a favore dei ricorrenti, i giudici della prima sezione civile hanno accolto le tesi difensive argomentate dalla Provincia e dalla società di cartolarizzazione con il legale Pietro Quinto che ha eccepito la inammissibilità della richiesta degli occupanti del locale sotto il profilo giuridico e in termini fattuali.

Nelle motivazioni della decisione del tribunale resa nota da legale Quinto si rimarca che “avuto riguardo alla natura demaniale del bene, facente parte del Palazzo dei Cassinesi, legittimamente l’ente proprietario ha potuto agire esercitando i poteri di autotutela ai fini della liberazione dell’immobile riacquistandone la piena disponibilità per la successiva realizzazione del programma di dismissione approvato dagli organi deliberativi della Provincia nell’ambito delle procedure di cartolarizzazione previste da una legge dello Stato”. Tale decisione in sede giudiziaria potrebbe ora facilitare la conclusione della procedura di vendita all’asta dei vari immobili promossa dalla Provincia, tra cui i lotti dell’ex convento dei Cassinesi. La società di cartolarizzazione che la Provincia ha istituito proprio per alienare “pezzi” del patrimonio immobiliare, aveva già ottenuto, dopo una lunga trattativa con la Soprintendenza, la possibilità di poter suddividere il complesso dell’ex convento in modo da rendere più accessibile l’acquisto dei singoli lotti, fermo restando il vincolo cui ciascuno di essi è sottoposto, essendo il bene nella sua interezza di interesse storico e culturale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respinto il reclamo, il locale dell’ex convento dei Cassinesi in vendita

LeccePrima è in caricamento