rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Per circa 5mila euro / Mazzini / Via IV Novembre

Riapertura della bretella nella Caserma Pico, il Comune si accolla l'ultima spesa

Il gruppo Progetto Città è tornato sulla vicenda della strada che collega via Duca D'Aosta a via IV Novembre. L'intervento necessario sarebbe in capo all'amministrazione militare. Rassicurazioni dall'assessore Nuzzaci

LECCE - Trascorso da circa un anno il termine ultimo dei lavori senza che lo scopo sia stato raggiunto, l'amministrazione comunale ha deciso di farsi carico della spesa di circa 5mila euro necessaria per l'installazione di una cabina elettrica: si tratta del tassello finale senza il quale non si potrà riaprire al pubblico la strada, ora interna alla caserma Pico, che collega via IV Novembre e via Duca D'Aosta. 

La soluzione “fai da te - quell'onere in realtà ricadrebbe sull'Esercito - è stata comunicata dall'assessore ai Lavori Pubblici, Marco Nuzzaci, al consigliere di maggioranza Pierpaolo Patti, capogruppo di Progetto Città (con Carlo Mignone e Marco Giannotta), a seguito di una interpellanza nel consiglio comunale che si è tenuto ieri pomeriggio. Già a ottobre, nel corso di una commissione consiliare, era stato fatto il punto della situazione: tutte le opere propedeutiche a carico di Palazzo Carafa - erano state realizzate, salvo l'allaccio alla rete elettrica con una cabina di voltaggio di maggiore capacità. 

“In quella sede, non senza sarcasmo, rilevammo - ricorda Patti - come non si trattasse di una somma così cospicua ma che per reperirla con facilità si poteva risparmiare qualche esercitazione a Torre Veneri. Tuttavia, pensando ad una ristrettezza di risorse legate al periodo pandemico, abbiamo comunque atteso il 2022, in cui la spesa dello Stato per la Difesa, in cui è compreso il casermaggio, ha sfiorato i 26 miliardi di euro, con un significativo aumento rispetto all’anno precedente”.

La strada in questione fu acquisita dall'ente comunale nel 1913 e un anno dopo ceduta all'amministrazione militare. Nel 2018 è stato condiviso un accordo per la restituzione alla città: si ritiene, infatti, che la riapertura di quella bretella possa migliorare la viabilità della zona. La consegna dei lavori è poi avvenuta il 3 gennaio del 2021, con la previsione di 90 giorni per portare a termine le opere necessarie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura della bretella nella Caserma Pico, il Comune si accolla l'ultima spesa

LeccePrima è in caricamento