Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Tricase

Ribaltone a Tricase: dopo un mese revocata la giunta

Neanche un mese di vita per il nuovo esecutivo, che il sindaco Antonio Musarò revoca: si profila il ritorno della vecchia giunta, anche se il condizionale è d'obbligo dopo i ripetuti recenti ribaltoni

Il sindaco Antonio Musarò.-4

TRICASE - Il sindaco di Tricase, Antonio Musarò, revoca l'esecutivo cittadino, varato il 1° ottobre scorso (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=16641). L'ennesimo colpo di scena della politica locale è servito, nello sgomento di una città, che ormai non conta più i tempi di un balletto amministrativo, che riduce la sensazione della stabilità di governo. La seconda giunta di Musarò, dunque, finisce in cantina o nel dimenticatoio prima ancora di averla assimilata e fatta conoscere alla città: ventinove giorni di incertezza, trascorsi tra smentite, pentimenti, barricate interne alla maggioranza, ondeggiamenti, contraddizioni tragicomiche, degne di un soggetto dei romanzi di Bram Stoker. Un esecutivo, che dura persino meno di Papa Albino Luciani, e che fa emergere fin troppo evidente l'empasse di un'amministrazione, non solo bisognosa di rifiatare, ma di ripensare i rapporti interni, così conflittuali e fin troppo galvanizzati dal successo elettorale senza una consistenza a lungo termine.

Nel testo del provvedimento n. 22, emanato in serata, Musarò revoca l'esecutivo, "in atto incompleto, composto da Bartolo Esposito, Rita Scolozzi, Giuseppe D. Cazzato, Vincenzo Ruberto e Vito Zocco". Si legge nel testo: "Il provvedimento è stato preso a seguito del confronto democratico tra le varie forze politiche presenti in consiglio comunale e dopo una verifica dell'azione sin qui svolta e di quella da svolgere nell'interesse della collettività". Musarò, a margine del provvedimento, ringrazia i cinque assessori revocati ringraziandoli "per la loro disponibilità e sensibilità, volte al bene della città che necessita di un'amministrazione attiva e forte della convergenza di tutte le forze politiche".


Resta da capire, dunque, quali passi attendono l'amministrazione tricasina, che si prepara probabilmente all'ennesimo dietrofront di questi mesi, con la possibile ricomposizione dell'esecutivo, precedentemente revocato, in risposta ad esigenze di equilibrio di forze politiche all'interno della maggioranza. Non è un segreto che il Pdl non avesse gradito il cambio in corsa e che nemmeno Azzurro Popolare avesse accettato di buon grado che Ippazio Cazzato, proprio riferimento in loco, fosse stato sollevato dalla delega assessorile. Si profila ancora un autunno caldo per Musarò e per la sua amministrazione. Per ora, senza giunta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ribaltone a Tricase: dopo un mese revocata la giunta

LeccePrima è in caricamento