rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Politica

Clochard trovato morto in periferia, Rotundo chiede accesso agli atti

Il consigliere di minoranza e presidente della Commissione controllo di Palazzo Carafa ha richiesto alla dirigente dell'Ufficio casa chiarimenti sull'assegnazione dell'alloggio parcheggio a Giuseppe fiorentino, il 6enne deceduto venerdì

LECCE  - A cinque giorni dalla morte di Giuseppe Fiorentino, il clochard 66enne trovato senza vita venerdì scorso, nei pressi di via Taranto, vi sono ancora alcuni punti oscuri da chiarire. Uno di questi sta a cuore in particolar modo ad Antonio Rotundo, presidente della Commissione controllo a Palazzo Carafa e su cui ora intende fare luce.  Si tratta dei dubbi che ancora avvolgono la questione dell’alloggio destinato al senzatetto. Fruizione assegnata alla vittima in maniera ufficiale, e confermata il giorno dopo dall’assessore al Patrimonio, Edilizia residenziale pubblica e politiche abitative, Attilio Monosi.

L’esponente del Pd ha inoltrato richiesta alla dirigente dell’Ufficio casa, Maria Luisa De Salvo, per ottenere la copia degli atti di assegnazione di un alloggio parcheggio al 66enne. Rotundo ha inoltre richiesto “una relazione che ricostruisca il periodo in cui lo stesso lo ha utilizzato e se al momento del decesso fosse ancora assegnatario. Oppure, se l’alloggio sia stato ceduto a terzi”.  Una circostanza che il politico ha definito “contraddittoria e inspiegabile”: perché un uomo destinatario di una struttura, vive e poi muore all’interno di un locale diroccato alla periferia della città e in condizione disumane?

Questo il dubbio di Rotundo, il quale si chiede - come numerosi cittadini che in passato hanno avuto modi di conoscere il clochard- come mai il 66enne fosse solito chiedere aiuto ai media, per risolvere la sua emergenza abitativa. Lo stesso, peraltro, proprio un anno addietro, durante i festeggiamenti in onore del Santo Patrono, interrogò il vescovo, assieme ad altri clochard, nel mezzo della processione. Iniziativa ripetuta, peraltro, anche nella giornata di ieri, in cui un gruppo è stato nuovamente ricevuto da monsignor D’Ambrosio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clochard trovato morto in periferia, Rotundo chiede accesso agli atti

LeccePrima è in caricamento