Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

L'accusa: "Rifiuti abbandonati dai dipendenti comunali nel centro abitato"

Giusy Bascià, a nome dell'associazione "Vivere Cavallino", evidenzia la "consuetudine" di depositare rifiuti vegetali provenienti dal verde pubblico in prossimità di via Padova: "L'amministrazione bonifichi subito l'area"

CAVALLINO - "Semmai un turista decidesse di visitare Cavallino, oltre alle opere d’arte esposte a caro prezzo nella galleria del palazzo ducale, potrebbe gratuitamente fare un salto nel passato (quando la normativa sull’ambiente e la salute pubblica era assai scarna) e visitare un sito creato dal Sindaco al centro del paese per lo smaltimento dei rifiuti provenienti da potature e sfalci del verde pubblico, divenuto un’area degradata e altamente 'frequentata' da ratti ed insetti di ogni genere".

A scrivere è la presidente dell'associazione "Vivere Cavallino", l'avvocato Giusy Bascià, che evidenzia una "consuetudine": "I dipendenti comunali depositano i rifiuti vegetali provenienti dal verde pubblico di Cavallino nell’area situata in prossimità di via Padova, senza l’adozione della ben che minima cura, in dispregio della normativa sull’ambiente che prescrive il deposito temporaneo, se strettamente necessario, solo in aree ben determinate e con l’obbligatoria copertura dei rifiuti con teli di plastica ancorati al terreno o altre tipologie di coperture, sia durante il trasporto sia durante la permanenza nel sito, in modo che semi o foglie non possano essere dispersi nelle aree circostanti".

Bascià rilancia: "Di tutto questo non si preoccupa il nostro sindaco ossia il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio che anzi si dimostra sordo alle continue doglianze mosse dai cittadini". L’associazione “Vivere Cavallino”, pertanto, si fa portavoce delle istanze dei cittadini, richiamando l’amministrazione Lombardi al rispetto delle norme della salute e della dignità dei cittadini e chiedendo un’immediata bonifica, con l’asporto del materiale organico dall’area adiacente l’isola ecologica e con la derattizzazione. "In caso contrario - annunciano dall'associazione - adirà le competenti autorità per il rispetto della legalità nel territorio di Cavallino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'accusa: "Rifiuti abbandonati dai dipendenti comunali nel centro abitato"

LeccePrima è in caricamento