Politica

Rifiuti in città. Guido: "Capitolato può migliorare, ma i locali collaborino"

L'assessore non ci sta alle accuse contro l'amministrazione e ribadisce con forza: "Malcontento causato dalle fisiologiche difficoltà nell'adeguarsi al nuovo sistema di raccolta differenziata, ma anche dalla superficialità e negligenza". E annuncia: otto multe in sole 48 ore

L'assessore Andrea Guido.

LECCE - “Apprendo con delusione e rabbia quanto viene riportato dai media locali circa la situazione in cui verte il centro storico in questi giorni”. A parlare è l’assessore alle Politiche ambientali, Andrea Guido. Che aggiunge: “Ho il dovere di chiarire alcuni punti oggetto di polemica e lamentale da parte dei gestori dei pub e di alcuni esponenti della minoranza di Palazzo Carafa come Antonio Rotundo, il quale, come al solito, ha semplicemente cavalcato l’onda di un malcontento generale tra i commercianti”.

Rotundo, del Pd, ieri aveva assolto la Monteco che, “in quanto impresa appaltatrice del servizio – aveva detto - è tenuta al rispetto del capitolato d'appalto”. E lo stesso aveva fatto con i commercianti “che tra l'altro sono tra i primi a subire le conseguenze di tale situazione”, aveva sottolineato. Morale: “Un dato è evidente e indiscutibile, l'attuale situazione di difficoltà trova origine nel capitolato messo a base della gara d'appalto, fatto con i piedi perché non ha previsto che molti locali del centro per le loro ridotte dimensioni non hanno lo spazio per ospitare i diversi bidoncini e alla luce di ciò avrebbe dovuto prevedere soluzioni diverse”. “Quindi, senza alcun dubbio – aveva concluso - i responsabili stanno a Palazzo Carafa e spetta a loro trovare le soluzioni per uscire dallo scempio che hanno determinato con le loro scelte”.

Ma Guido non ci sta e replica che il “malcontento spesso è causato semplicemente dalle fisiologiche difficoltà nell’adeguarsi al nuovo sistema di raccolta differenziata, ma anche generato dalla loro stessa superficialità e da un po’ di negligenza, purtroppo”. Insomma, scarica le responsabilità proprio su chi ne attribuisce al Comune e lo chiama a fare la propria parte.

Un dato su tutti. Sono otto le multe elevate da polizia locale e ispettori ambientali nelle ultime 48 ore. Lo rivela lo stesso Guido. “Il personale comunale è impegnato ogni giorno nei controlli sia in centro, sia in periferia, sia nelle marine. Ciò che emerge è solo mancanza di rispetto, inciviltà e negligenza”.

C’è chi si lamenta perché la raccolta del vetro avverrebbe solo due volte a settimana, ma Guido replica, a tal proposito, che è stato concordato un ritiro giornaliero fino alla fine dell’estate attraverso una squadra che se ne occupa ogni giorno, alle 5 del mattino. C’è poi un progetto pilota sperimentale, per i conferimenti straordinari pomeridiani e notturni. L’assessore ricorda le postazioni delle vie Paladini e Augusto Imperatore, di piazzetta Vittorio Emanuele, di Porta Napoli e della zona di Santa Croce. “Il conferimento, quindi, per chi ha voglia di farlo, si può effettuare praticamente tre volte al giorno: dalle 22 alle 5, orario previsto dal capitolato, dalle 14 alle 16 e dalle 3 alle 5, servizio con ecomobile nei punti di raccolta”.

“Sconcertante, inoltre, il fatto che la raccolta differenziata venga fatta ancora in maniera più che approssimativa e superficiale. Questo lo posso denunciare con sicurezza – dice con forza - visto che sono stato io stesso ad accertarmene, nei giorni scorsi. Problematica, questa, che potrebbe compromettere l’intero ciclo”.

“Il fatto che il capitolato possa essere migliorato ancora di più non si mette in dubbio”, conclude l’assessore. “Questo si può fare solo dopo un primo rodaggio, mi sembra ovvio. Ma dire che fa acqua da tutte le parti e che la situazione che si vive in questi giorni è colpa del Comune non lo accetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti in città. Guido: "Capitolato può migliorare, ma i locali collaborino"

LeccePrima è in caricamento