Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

“Riformattare il Pdl?” Due giovani salentini rilanciano ed accolgono la sfida

Gianluca Pasca, consulente aziendale leccese, scende in campo a favore del sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo, impegnato nelle primarie del partito. Sostegno anche da parte di un'altra salentina, Federica De Benedetto

Alessandro Cattaneo (infophoto)

LECCE - Che l'Italia stia attraversando una crisi storica di identità politica senza precedenti non è una novità. E non lo è nemmeno il fatto che in giro serpeggi, quasi prepotentemente, una confusione che rischi di mandare in frantumi alcuni pilastri alla base del vivere sociale, politico e civile. Dinanzi al forte disorientamento, ci sono dei volti e delle identità politiche che provano a “voltare pagina”, cercando di lanciare un “innovativo” imperativo categorico.

Si tratta dei cosiddetti “formattatori”, una sorta di risposta concettuale ai “rottamatori” di centrosinistra, dentro al perimetro del centrodestra: giovani che si professano desiderosi di essere protagonisti di un “cambiamento radicale in tutta Italia”, puntando su “serietà”, “professionalità”, “meritocrazia” e “credibilità”.

Un contributo alla causa, viene proprio da Lecce, e ad accogliere l’invito di questo “nuovo sentire” è un rottamatore puro, pronto per il salto di paradigma: si tratta di Gianluca Pasca, libero professionista nell’ambito della consulenza aziendale, è da sempre con e per i cittadini soprattutto nell’impegno politico, associazionistico e lavorativo. Ora scende in campo, ci mette la faccia, per la “formattazione” del Pdl, e lo fa con una scelta coraggiosa schierandosi alle prossime primarie, con Alessandro Cattaneo, il trentatreenne sindaco di Pavia, candidato alle primarie del partito.

Una scelta condivisa da una formattatrice del Pdl tout court, Federica De Benedetto, imprenditrice salentina, opinion leader, agguerrita frequentatrice dei salotti televisivi della politica sulle principali emittenti nazionali da Rai Due a La7: “ Mi sembra un’idea non solo coraggiosa – ammette -, ma forse anche inevitabile per uno come Pasca, che ha fatto dell’impegno politico, dell’impegno professionale, dell’impegno civile, solo e soltanto, ed esclusivamente una questione di onestà e meritocrazia. Gli intenti sembrano quasi speculari a quelli di Cattaneo … dunque perché no!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Riformattare il Pdl?” Due giovani salentini rilanciano ed accolgono la sfida

LeccePrima è in caricamento