Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica Leuca / Via Giacomo Puccini

Riqualificazione al Leuca, al via i lavori. Con le webcam puntate

Consegnati i lavori del primo stralcio. L'assessore Martini fa autocritica: "Siamo stati fino ad ora troppo decisionisti, adesso si cambia all'insegna della progettazione partecipata"

LECCE - Nei prossimi giorni partiranno i lavori delle "rete ecologica" del quartiere Leuca - quelli relativi al primo stralcio del progetto di recupero ambientale dell'area delle ex cave di Marco Vito (Programma operativo Fesr Puglia 2007-2013) - per un importo di 560 mila euro più 195 mila per i servizi alle associazioni - raggruppate nel Laboratorio urbano aperto -  che hanno partecipato alla stesura del cantiere di rigenerazione urbana avviato nel 2009. Dopo una lunga fase preparatoria si passa dunque a quella operativa.

Questa mattina, l'assessore all'Urbanistica, Severo Martini, ha simbolicamente consegnato i lavori al rappresentante della ditta Puzzovio Piante, con sede legale a Roma ma leccese di fatto. A metà degli anni '60 "firmarono" il primo manto erboso del Via del Mare e spesso hanno collaborato con le varie amministrazioni comunali. I primi cantieri interesseranno via Bozzi e via dei Basiliani e, successivamente, via Rossini, via Puccini, i ponticelli di via Corvaglia (sopra i quali passa la ferrovia) fino all'ingresso di Parco Tafuro.

Rispetto al progetto originario, l'azienda - che si è aggiudicato l'appalto con un ribasso del 3,5 per cento - ha garantito la realizzazione e la manutenzione per un anno dall'avvio dei lavori del sito (www.rigenerazioneurbanalecce.puzzoviopiante.it) dove i cittadini potranno monitorare, attraverso due webcam, l'andamento dei cantieri. E chi si trovasse a passare troverà una finestra sulla recinzione sempre accessibile. Sui lati del cantiere veranno posizionati striscioni e pannelli dove i cittadini potranno scrivere obiezioni e suggerimenti. E, dulcis in fundo, visite guidate tra le opere che, per contratto, dovranno essere ultimate entro 240 giorni dall'inizio.

Dal punto di vista strutturale ci saranno in più anche due attrezzi per il fitness e due giochi per bambini, punti di illuminazione e l'utilizzo di materiali di qualità come il cemento al quarzo, oltre a vari accorgimenti per le esigenze dei disabili e per il deflusso delle acque. L'esponente della giunta comunale ha sottolineato la scelta di condividere la progettazione con le associazioni, secondo un modello che vorrebbe istituzionalizzare: "In passato l'urbanistica è stata portata avanti in maniera piuttosto decisionista", ha detto Martini con un'implicita e forse inconsapevole ammissione di responsabilità: il centrodestra è al governo della città da quasi tre lustri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione al Leuca, al via i lavori. Con le webcam puntate

LeccePrima è in caricamento