Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Rissa alla Camera, Donno del M5S portato via in carrozzina: “Preso a pugni”

Il parapiglia è iniziato quando il parlamentare salentino si è avvicinato ai banchi del governo con una bandiera tricolore. Infortunato anche un commesso. Braga, Pd: "Aggressione squadrista del leghista Iezzi"

ROMA - Furibonda rissa in aula alla Camera dove si discuteva il ddl Calderoli sull’autonomia differenziata. Secondo quanto scrive Antonio Piccirilli, giornalista di Today.it, sono volati spintoni e a quanto riferito dai parlamentari presenti anche dei pugni. A farne le spese è stato un deputato salentino del Movimento 5 Stelle, Leonardo Donno, aggredito dopo essersi avvicinato ai banchi del governo con una bandiera tricolore. “Un deputato della Lega gli ha dato due pugni in testa”, denuncia il parlamentare di Avs Marco Grimaldi. Nell’aula di Montecitorio sono intervenuti i sanitari che hanno portato via Donno in carrozzina per medicarlo. 

Anche un commesso si è infortunato durante gli scontri in aula alla Camera, prosegue Piccirilli, nel suo resoconto. Tanto che l’assistente parlamentare è stato portato via a braccia da alcuni colleghi. Dall’opposizione attaccano il deputato leghista Igor Iezzi: “Si è superato ogni limite”, dice Chiara Braga presidente deputati Pd, che parla di “un’aggressione squadrista verso il collega dei 5 stelle da parte del leghista Iezzi. Ora c’è la capogruppo e noi diremo che non possiamo accettare che si riprendano i lavori prima che vengano presi provvedimenti”. 

Come racconta un altro giornalista di Today, Fabio Salamida, poco prima della rissa c’era stato anche un altro episodio degno di nota. Il deputato leghista Domenico Furgiuele era stato infatti espulso dal presidente Lorenzo Fontana perché avrebbe fatto il simbolo della Decima Mas con le braccia. Durante il dibattito sul dl Calderoli il clima si è fatto via via più caldo. I deputati dell’opposizione hanno esposto il tricolore come simbolo di unità nazionale per protestare contro il disegno di legge che introduce l'autonomia differenziata.

A un certo punto Donno si è avvicinato ai banchi del governo, forse per portare una bandiera, ma il gesto è stato evidentemente letto come una provocazione. Ed è partita la rissa.

Da Today.it

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa alla Camera, Donno del M5S portato via in carrozzina: “Preso a pugni”
LeccePrima è in caricamento