Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Rotundo promuove la Consulta delle comunità straniere

Il candidato sindaco dell'Unione ha incontrato i rappresentanti dei migranti che vivono nel capoluogo. Presentata un'iniziativa per dare più coesione alle diverse istanze

Nel pomeriggio di ieri, presso la sede dell'associazione "Una buona azione per Lecce", il candidato sindaco dell'Unione Antonio Rotundo ha incontrato alcuni esponenti delle comunità migranti che vivono e lavorano a Lecce e che compongono un nucleo di circa 3.500 persone.

All'incontro, al quale ha partecipato anche l'onorevole Teresa Bellanova, erano presenti, fra gli altri, rappresentanti della comunità dell'Ecuador, dell'Osservatorio provinciale sull'Immigrazione e delle associazioni "Donne senegalesi", Al Mohajra (Marocco), "Josè Marti" (Cuba), centro multiculturale "Etnos", "Vella Zerimi" (Albana), "Etiopia", "Somala", "Arte Brasil" e "Guy di Senegal".

Nel corso del dibattito, incentrato su servizi, casa e lavoro, si è discusso della possibilità di costituire una consulta dei migranti attraverso la quale interagire tra comunità (ritenute dagli stessi rappresentanti ancora poco unite e integrate fra loro) ed avanzare in questo modo le proprie proposte all'amministrazione.

Secondo quanto emerso, l'esperienza del 41° consigliere è stata ritenuto superata e non pienamente rappresentativa. Antonio Rotundo ha quindi proposto di inserire nel programma dell'Unione la costituzione della Consulta. A tale proposito, a breve si svolgerà un'assemblea allargata delle comunità migranti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotundo promuove la Consulta delle comunità straniere

LeccePrima è in caricamento