Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Nomine in Sgm, è pubblico il curriculum di Frasca: “Ora quello degli esclusi”

Pubblicati sul sito del Comune i curricula dei tre prescelti per il cda e il collegio sindacale, compreso quello del prossimo presidente della società di trasporti. Salvemini metterà on-line anche quello di tutti gli esclusi

LECCE – La sezione “Trasparenza, valutazione e merito” del sito del Comune di Lecce, si è arricchita di tre curriculum: quelli dei due nuovi consiglieri di amministrazione di Sgm – Mino Frasca e Francesca Conte – e quello del componente del collegio sindacale  – Giuseppe Cairo.

Sul primo, presidente in pectore, si sono concentrate le critiche dell’opposizione di centrosinistra che ha parlato di logiche spartitorie tutt’altro che meritocratiche: Frasca è infatti consigliere provinciale eletto con l'Udc e poi transitato per la La Puglia prima di tutto fino al Pdl e, secondo la minoranza, l’amministrazione comunale avrebbe reso il favore fatto a suo tempo da Palazzo dei Celestini con la nomina di Damiano D’Autilia, consigliere comunale, come amministratore delegato di Alba Service, la società di servizi partecipata dalla Provincia di Lecce. Un sistema di compensazioni, insomma, finalizzato a contenere le inquietudini nella maggioranza di centrodestra.

Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha replicato a questo ragionamento sostenendo che la sinistra non si è mai comportata in maniera diversa quando si  è trattato di attribuire incarichi del genere e che, comunque la nomina di Frasca è stata determinata solo dal possesso dei giusti requisiti, tali da porlo davanti ad oltre sessanta aspiranti consiglieri (68 per la precisione, quelli pervenuti).

La pubblicazione dei curriculum era stata sollecitata da Carlo Salvemini, di Lecce Bene Comune che, però, non è ancora soddisfatto: solo comparando le qualifiche e le esperienze dei prescelti con quelle dei tanti esclusi si potranno trarre le logiche conclusioni su quali criteri abbiano ispirato i decreti di nomina. Per questo il consigliere comunale di minoranza ha dichiarato che provvederà lui stesso alla pubblicazione degli altri curricula.

In difesa di Mino Frasca interviene il numero due del Pdl salentino, il vice coordinatore provinciale Francesco Bruni: "Lascia sconcertato, l'accanimento del consigliere comunale Salvemini, che dal suo blog continua a lanciare strali sarcastici e di dubbio gusto nei confronti di Mino Frasca. Nelle precedenti nomine del centrosinistra nelle società miste di provincia e altri enti non ci hanno mai spinto a lanciare campagne di fango sui singoli meriti o studi specifici; abbiamo sempre espresso giudizi di merito al termine o nel corso delle gestioni, quando queste si sono dimostrate fallimentari come nei casi di Stp o Salento Energia. Non credo che Salvemini abbia reso un servizio alla collettività, gettando discredito sulle doti amministrative che Frasca ha dimostrato nelle sue esperienze politiche e che continuerà a esprimere anche alla guida di Sgm".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine in Sgm, è pubblico il curriculum di Frasca: “Ora quello degli esclusi”

LeccePrima è in caricamento