rotate-mobile
Verso le Comunali / San Cesario di Lecce

San Cesario, Coppola prova a tornare alla guida e ufficializza la ricandidatura

Dopo il commissariamento dell’ente nello scorso mese di settembre per lo scioglimento del consiglio comunale si guarda già alle amministrative del 2022. Domenica il sindaco uscente ufficializza la sua nuova candidatura e presenterà simbolo e lista civica

SAN CESARIO DI LECCE - L’arrivo delle festività natalizie farà da spartiacque in vista dell’avvio della campagna  elettorale per il rinnovo dei consigli comunali della prossima primavera in alcuni dei Comuni salentini. Tra questi anche il Comune di San Cesario di Lecce, dal settembre scorso sotto l’egida commissariale del viceprefetto Valter Spadafina, in seguito alle dimissioni di oltre la metà dei consiglieri comunali e lo scioglimento dell’assise civica.

E dove il sindaco uscente, Fernando Coppola, espressione della “Civica San Cesario”, proprio in queste ore ha comunicato la sua ricandidatura nella corsa delle prossime elezioni amministrative del 2022. Domenica mattina ci sarà l’ufficializzazione della decisione con un incontro che si svolgerà  presso la sala consiliare della sede municipale del palazzo Baronale di piazza Garibaldi.

“In questi quattro anni e mezzo di attività amministrativa abbiamo affrontato diverse sfide che ci hanno impegnato senza risparmio di energie” spiega il già sindaco Coppola, “sono state occasioni di crescita e confronto, importanti anche per apprezzare il grande valore della società civile della nostra comunità. Dopo quello che è accaduto in seguito al provocato scioglimento del consiglio comunale, l’incoraggiamento delle tante concittadine e concittadini mi hanno, poi, convinto ancora di più che abbiamo lavorato tanto e bene e, soprattutto, mi hanno spinto a non vanificare quanto di buono è stato fatto in questi anni della mia amministrazione, in cui si è lavorato ininterrottamente e con un unico obiettivo: il bene della nostra San Cesario”.

“La sfida per la prossima consiliatura sarà quella di portare una positiva sintesi tra la politica, nel segno della continuità e dell’esperienza prodotta e il civismo più attivo” incalza Coppola, “quella della mia ricandidatura è una partita impegnativa che giochiamo per contrastare, da una parte il tentativo di far tornare un'esperienza amministrativa di cui ancora paghiamo le conseguenze. E dall’altra la politica delle velleità, dei ricatti, quella che pur di alimentare il proprio ego è disposta a lasciare il proprio Comune, senza una guida politica, paralizzandone la crescita".

"Abbiamo un programma da portare a termine, abbiamo idee da proporre, ma anche da accogliere. Saremo felici di svolgere con serietà e impegno il nostro lavoro fino al 2027” conclude Coppola, “e saremo felici di condividere il nuovo percorso accanto a chi, come noi, preferisce una politica della correttezza, del sorriso, dell’inclusione, dell’affidabilità e della serietà".

In occasione dell’incontro con i cittadini, il sindaco uscente spiegherà nel dettaglio le motivazioni che lo hanno spinto a tornare in campo dopo le ben note vicende che hanno provocato lo scioglimento del consiglio a poco più di otto mesi dalla scadenza naturale del mandato, consegnando il Comune alla gestione commissariale. Le elezioni amministrative si sarebbero comunque tenute a San Cesario di Lecce nella prossima primavera. Nel corso della manifestazione, si svolgerà nel rispetto delle norme anti-covid, sarà presentato il nuovo simbolo della lista a sostegno del candidato sindaco Fernando Coppola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cesario, Coppola prova a tornare alla guida e ufficializza la ricandidatura

LeccePrima è in caricamento