Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

San Foca: "Lavori vicino alla scogliera, uno scempio. La Regione intervenga"

I consiglieri regionali di Forza Italia Mazzei e Congedo hanno avanzato un'interrogazione, dopo il bando per l'ammodernamento del porto al quale ha partecipato il Comune di Melendugno. Cittadini inviperiti per il paesaggio smorzato. "Sapere se vi sia l'ok anche della Sovrintendenza"

SAN FOCA (Melendugno) - “Scempio ambientale a Melendugno: tutti pronti ad alzare barricate davanti alle tv per la Tap senz'altro giuste, ma nessuno si accorge dei lavori al porto peschereccio di San Foca che stanno letteralmente deturpando il paesaggio”. A parlare sono i consiglieri regionali di Forza Italia Luigi Mazzei ed Erio Congedo. In realtà, se ne sono accorti in molti di lavori e gabbiotti, e basti vedere per esempio alcuni gruppi su Facebook (come quello "Sei di San Foca se…"). Un problema che sta muovendo a discussioni e sul quale i due esponenti forzisti hanno depositato un’interrogazione in Regione.

“Il Comune di Melendugno – spiegano nel testo - con la delibera numero 209 del 30 novembre del 2011, ha deciso di partecipare al bando europeo per l’ammodernamento del porto. La Regione, poi – proseguono -, ha ammesso al finanziamento il progetto comunale per un importo complessivo di 962mila e 220 mila euro. I lavori prevedono la costruzione di bagni di servizio e locali da adibire a uffici proprio sulla parte di scogliera libera a meno di 30 metri dal mare”.

“Un progetto evidentemente dal forte impatto ambientale e paesaggistico – aggiungono -, a cui si aggiungono le ingombranti costruzioni in metallo, e per questo i cittadini stanno protestando. Ci domandiamo, pertanto, se il progetto sia stato valutato attentamente per quanto concerne l’impatto ambientale, prima di concedere il finanziamento, e se sia stato sottoposto a Via prima della cantierizzazione”.

Nell’interrogazione, Congedo e Mazzei chiedono anche di sapere se la Regione, in sede di conferenza di servizi, abbia espresso parere favorevole e se vi sia l’ok anche da parte della Sovrintendenza ai beni archeologici, “giacché – specificano - i luoghi interessati ricadono nella zona demaniale di rilevanza storica”.

“I cittadini stanno protestando – proseguono - e riteniamo più che giustificata la contestazione, tanto da meritare un immediato sopralluogo degli uffici regionali per verificare la situazione e, nel caso, sospendere i lavori”.

Per i due esponenti di Forza Italia si tratta di “uno scempio che deturpa il paesaggio e per questo auspichiamo una celere risposta alla questione sollevata da parte della Giunta regionale”. “La vocazione turistica delle marine di Melendugno non può essere compromessa da una politica regionale bieca che consente approdi a gasdotti e autorizza interventi impattanti e devastanti dal punto di vista paesaggistico. Attendiamo in merito una concreta iniziativa da parte dell'assessore Angela Barbanente – concludono - che sappiamo essere molto sensibile a questa materia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Foca: "Lavori vicino alla scogliera, uno scempio. La Regione intervenga"

LeccePrima è in caricamento