Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea: crolla la Giunta. Per colpa delle terme

Il sindaco Maiorano ha rassegnato le dimissioni insieme a sei consiglieri. Determinante l'atto di tre consiglieri di Forza Italia che hanno rimesso l'incarico. Fatali le controversie legate alle terme

Cade la giunta comunale di Santa Cesarea, dopo che ieri mattina il sindaco, Osvaldo Maiorano, ha rassegnato le proprie dimissioni, insieme a sei consiglieri vicini a lui. Determinante alla caduta dell'amministrazione, è stato l'atto di tre consiglieri di Forza Italia, che hanno rimesso l'incarico raggiungendo la maggioranza più uno, necessaria per far sciogliere l'assise. Le controversie dei giorni scorsi circa la partecipazione del comune di Minervino all'interno della compagine societaria delle Terme di Santa Cesarea, con l'acquisizione di alcune azioni, si sono rivelate fatali per l'amministrazione cittadina, che si è trovata investita da una polemica andata ben oltre i confini della piccola località marittima.

La polemica aveva coinvolto l'assessore regionale al turismo, Massimo Ostillio, che aveva giudicato inutili per le terme capitali pubblici, provenienti da piccoli Comuni, per un effettivo piano di rilancio aperto all'ingresso di privati. Riferimento piuttosto esplicito al Comune di Minervino, che con una spesa di circa 49 mila euro di soldi pubblici aveva comperato sette azioni della "Terme s.p.a". Il pacchetto di maggioranza delle Terme S.p.a. sono detenuti dal Comune di Santa Cesarea Terme insieme alla Regione Puglia. Pareri molto duri da parte degli esponenti del centrodestra regionale avevano investito dapprima l'assessore Ostillio, "reo" di voler sottoporre ogni possibile privatizzazione delle terme al solo vaglio della Regione, e successivamente il presidente della Provincia, Giovanni Pellegrino, intervenuto per mediare tra le parti.


Ma la gestione delle ultime ore si è presentata per la maggioranza cittadina di Santa Cesare totalmente ingovernabile, soprattutto dopo la denuncia del comune di Minervino sul mancato versamento alla società Terme della somma dovuta per l'aumento del capitale sociale. La questione oltre ad aver causato la fine dell'amministrazione comunale di Maiorano, verrà presa in esame dalla Procura e dalla Corte dei Conti. Osvaldo Maiorano, 52 anni, medico chirurgo di professione, abbandona l'incarico dopo essere stato eletto sindaco di Santa Cesarea nel 1999 e rieletto nel 2004, con liste civiche vicine al centrodestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Cesarea: crolla la Giunta. Per colpa delle terme

LeccePrima è in caricamento