Politica

"Sanitaservice", sciolto il presidio: l'Asl leccese riapre le trattative

Dopo le proteste dei dipendenti, iscritti al sindacato Usb, che hanno occupato i locali della direzione generale per rivendicare attenzione sui nodi irrisolti della società in house, Mellone convoca il tavolo di contrattazione

Foto da Facebook.

 

LECCE - I lavoratori di Sanitaservice sciolgono il presidio organizzato presso i locali della direzione generale della Asl, in via Miglietta.
Il sit in animato dal sindacato Usb qualche giorno addietro, era sfociato nell'incatenamento simbolico di alcuni dipendenti e diventato rapidamente "occupazione" a causa della mancata apertura sulle rivendicazioni, vecchie e nuove, del personale della società in house. Ma già ieri è ripreso il dialogo tra i manifestanti ed il direttore generale dell'azienda sanitaria locale, con un incontro voluto da Valdo Mellone per rassicurare i manifestanti circa la volontà della Asl di riavviare la trattativa interrotta.
Il tavolo di contrattazione, convocato giovedì mattina, sarà chiamato a sciogliere i nodi "storici" della gestione di Sanitaservice, segnalati dall'unione sindacale di base. Ed in particolare: il mancato aumento dell'orario di lavoro dei dipendenti part time (alcuni fermi a 22 ore settimanali, nonostante le intenzioni iniziali di far arrivare tutti al tempo pieno); la mancata organizzazione del lavoro, relativamente alle aree di gestione ed alle competenze di ciascuno; la nomina dei referenti dei lavoratori (non coordinatori delle attività, ma semplici portavoce) attraverso elezione diretta.
Ai problemi storici, mai affrontati dall'amministrazione sanitaria dopo i vari step dell'internalizzazione, si aggiungono i disagi specifici dei lavoratori del sistema informatico assunti nel marzo di quest'anno: venti persone attendono il riconoscimento dei superminimi, con relativo adeguamento in busta paga ed il mancato riconoscimento di livello superiore.
"Il sacrificio e l’impegno di tanti lavoratori che in questi giorni sono rimasti in presidio sotto la direzione Generale sono stati premiati con la riapertura del tavolo di contrattazione. – annuncia il sindacato attraverso una nota - Le assicurazioni fornite dal direttore Mellone sulla riapertura delle trattive ci consentono di comunicare lo scioglimento del presidio di protesta".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sanitaservice", sciolto il presidio: l'Asl leccese riapre le trattative

LeccePrima è in caricamento