Randagismo, si fa sul serio: sconto della metà sulla Tari per chi adotta un cane

Il provvedimento, nato da un'idea del sindaco di San Donato di Lecce, è stato approvato questa mattina in consiglio comunale. Un'idea simile, nel comune capoluogo, è stata annunciata un anno addietro, ma per il momento è rimasta sulla carta

Foto d'archivio.

SAN DONATO DI LECCE - Sconti del 50 per cento sulla Tari per che adotta un cane randagio. E a beneficiarne saranno anche i conti comunali, ha assicurato l’assessore al Bilancio, Samuela Foggetti. L’idea è venuta al sindaco di San Donato di Lecce, Ezio Conte, ed è stata approvata nella seduta del consiglio comunale di questa mattina. Un regolamento, affidato al delegato al randagismo Armando Rotondo, stabilirà i criteri di assegnazione degli animali alle famiglie.

“Ho due cani in casa – ha commentato Ezio Conte - e so quanto siano animali intelligenti e meritevoli di cure. Il cane randagio soffre prima il gesto dell’abbandono e poi si ritrova la condanna a dover vivere il resto della sua vita in una piccola gabbia di un canile. Credo che la mia proposta aiuti i cani a poter vivere una nuova condizione, ma soprattutto offre la possibilità alle famiglie di apprezzare la bella esperienza del contatto quotidiano con un animale di compagnia che riesce spesso a suscitare belle emozioni tra le mura di casa”. L’amministrazione, con questo provvedimento, conta di abbattere il costo per il mantenimento dei randagi nei canili, ma anche di dare un concreto segnale di attenzione ai cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche nel comune capoluogo, nell’ottobre dello scorso anno, l’assessore alle Politiche ambientali con delega al Randagismo, Andrea Guido, aveva preparato una delibera per concedere uno sgravio di 300 euro sul pagamento della Tares per il 2014 e il 2015. La delibera avrebbe dovuto trovare recepimento nel consiglio comunale chiamato a pronunciarsi sulle tariffe. Ma nel nuovo regolamento per la Tari – come è denominata adesso la tassa sui rifiuti – di questa riduzione non c’è più traccia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento