Politica Via Roma

Scritte sulla sede Pd di Martano. Nel pomeriggio contestata la viceministra Bellanova

Dure polemiche, nel comune grico: dapprima per le scritte contro la Tap, poi per il centro storico bloccato dalla visita della politica salentina

La sede del Pd di Martano

MARTANO – Scritte contro il Pd e contro la Tap sulla sede del Partito democratico. E poi, nel corso delle ore, anche una dura contestazione di parte dei cittadini di Martano contro il viceministro allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova. I messaggi, impressi da ignoti con alcune bombolette spray, riportano le seguenti frasi: “Venduti”, “No tap” e anche un insulto.

Ma la polemica non è stata soltanto quella alimentata dalle scritte sulla sede Pd. Nel corso del pomeriggio, infatti, diversi cittadini martanesi, tra cui lo stesso sindaco, Fabio Tarantino, sono scesi pacificamente per strada, per protestare contro il blocco del centro del paese da parte della polizia, a causa della visita dell’esponente democratica.

Slogan e urla contro la viceministra, accusata di "aver tradito e svenduto il Salento". In circa 200 manifestanti, tra cittadini e negozianti, davanti a una cinquantina di agenti, si sono scagliati verbalmente contro Bellanova, promettendo la propria "vendetta" a suon di matita durante le prossime elezioni politiche di marzo.  E’ stato lo stesso primo cittadino a lamentare il danno economico arrecato ai commercianti di Martano, in pieno periodo natalizio, a causa della chiusura del centro storico. Tarantino ha inoltre preso le distanze dagli atti vandalici contro la sede del Pd locale, al quale è giunta in mattinata la solidarietà del senatore Dario Stefano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte sulla sede Pd di Martano. Nel pomeriggio contestata la viceministra Bellanova

LeccePrima è in caricamento