Politica

Cittadella della giustizia: selezionati 8 terreni. Ultima parola alla Corte d’Appello

Sono state venti le proposte valutate dagli uffici tecnici del Comune. Sarò ora la Commissione di manutenzione ad esprimersi in ultima istanza. Soddisfatto il consigliere delegato, Daniele Montinaro: "Acceleriamo i tempi verso il project financing"

L'attuale sede del Tribunale.

LECCE – Per la realizzazione della cittadella della giustizia sono state selezionate 8 delle 20 offerte presentate. L’amministrazione aveva infatti pubblicato un avviso per individuare l’area più adatta. Tocca ora alla Commissione di manutenzione della Corte d’appello di Lecce scegliere il sito migliore tra quelli ritenuti idonei dagli uffici tecnici del settore Urbanistica, Lavori Pubblici e Avvocatura del Comune di Lecce.

Nello specifico si tratta di quattro aree comprese tra l’asse della superstrada per Brindisi e il carcere, uno nei pressi di Ecotekne, un altro in zona via vecchia Carmiano e due a ridosso della strada per Maglie. Tra i requisiti richiesti l’estensione, l’appartenenza al territorio comunale, la facilità di collegamento con il centro urbano e con il territorio circostante e l’assenza di vincoli urbanistici.

Soddisfatto il consigliere Daniele Montinaro, che ha avuto la delega dal sindaco ad occuparsi della cittadella della giustizia: “Sono convinto che sia l’unica soluzione possibile per risolvere definitivamente il problema e per dare dopo decenni un giusto tributo agli operatori della giustizia salentini le cui tradizioni sono note in tutta Italia ed una giusta risposta alle migliaia di cittadini che hanno diritto ad avere una struttura degna e funzionale ove tutelare i propri diritti. L’iter è stato finalmente avviato formalmente e di questo sono molto soddisfatto; ora cerchiamo di accelerare i tempi per la scelta definitiva e per il successivo bando in project financing.”   

A luglio Montinaro, in segno di protesta contro l’inerzia amministrativa, aveva rimesso la delega nella mani di Perrone: “Abbiamo perso sin troppo tempo. La situazione edilizia giudiziaria sul nostro territorio è drammatica, ed al pensiero che prestissimo si dovranno trasferire a Lecce anche tutte le sedi dei Giudici di Pace sparsi per il Salento credo che realmente ci sia il rischio della totale paralisi del sistema. Certamente le istituzioni ad ogni livello devono e possono fare di più. Sono convinto che il problema sia purtroppo molto sottovalutato dalle istituzioni e dalla politica. Non è una questione locale ma di carattere nazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella della giustizia: selezionati 8 terreni. Ultima parola alla Corte d’Appello

LeccePrima è in caricamento