menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ricevuto del bonifico disposto oggi, 13 febbraio 2018.

La ricevuto del bonifico disposto oggi, 13 febbraio 2018.

Fondo per imprese, la senatrice Lezzi: "Un solo bonifico respinto nel 2014"

La parlamentare leccese si dice convinta della propria buona fede, ha disposto il versamento risultato mancante dalle verifiche

LECCE – Barbara Lezzi, senatrice uscente del Movimento 5 Stelle e ricandidata per un seggio a Palazzo Madama, è assolutamente certa della propria lealtà ai principi del suo partito: l’unico bonifico non andato a buon fine per la restituzione di parte dello “stipendio” da destinare al fondo per le piccole imprese risale al 2014 e sarebbe stato respinto semplicemente per mancanza temporanea di fondi sul conto corrente.

La parlamentare pentastellata ha effettuato questa mattina il versamento per colmare la lacuna emersa nel corso delle verifiche che ha disposto dopo essere stata chiamata in causa nella vicenda dei rimborsi che sono stati disposti e poi subito revocati. Appena ieri il suo collega Maurizio Buccarella, anch’egli candidato per le elezioni del 4 marzo, si è autosospeso dal movimento che sta ora passando al setaccio la posizione di tutti gli uscenti, promettendo la linea dura contro chi si fosse reso responsabile di aver violato le regole interne.

“In quei giorni del gennaio 2014- ha spiegato Barbara Lezzi in una dichiarazione riportata anche sul suo profilo facebook - ho effettuato diversi versamenti di cui ho le ricevute, tutti allo sportello, (anche successivamente non sono stati mai eseguiti on line) e l'unica cosa che mi riconosco è la negligenza del non avere seguito l'esito delle operazioni. Esito che per un bonifico è negativo presumibilmente per carenza di fondi”.

“In allegato – ha proseguito la parlamentare pentastellata - posto ricevuta del bonifico che risulta rifiutato e la copia del versamento al fondo che ho provveduto ad eseguire questa mattina, appena venuta a conoscenza di questa discrepanza. Ho restituito 132 mila 741,20 euro, ho contribuito insieme ai miei colleghi all'apertura di 7mila nuove imprese. Questo è un fatto concreto che si evince dai controlli che ho effettuato. La mia buonafede mi rende tranquilla”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento