Nuovo approdo Tap proposto da Regione, Blasi: “Ora il governo non ha scuse”

Il consigliere regionale del Pd, Sergio Blasi, ha definito “seria e circostanziata” la proposta di approdo alternativo del gasdotto partito da via Capruzzi. Una soluzione, quella della zona industriale di Brindisi, che a suo dire “il governo ha ora l’obbligo di prendere in considerazione”

Foto di archivio

LECCE - “La Regione Puglia sta finalmente facendo la sua parte per trovare una soluzione in grado non solo di salvare il tratto di costa e di campagna interessato dall’arrivo del gasdotto Tap a San Foca, ma anche di consentire un significativo risparmio sui costi complessivi dell’opera. L’approdo proposto, in zona Asi di Brindisi, è una proposta seria e circostanziata, che il Governo ha il dovere di prendere seriamente in considerazione”.

Queste le parole di Sergio Blasi sui nuovi capitoli della vicenda Tap  che, da qualche giorno, hanno aperto alla possibilità di un nuovo approdo del gasdotto. Il punto individuato e proposto dalla Regione Puglia nei giorni scorsi, si trova a sud dello stabilimento petrolchimico della città adriatica, nei pressi della discarica di Micorosa. “Un’opera imponente e strategica come Tap non può essere realizzata contro il volere delle popolazioni locali”, ha proseguito il consigliere regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’approdo a San Foca è irrazionale dal punto di vista delle aspirazioni economiche di un territorio che punta al turismo e rifiuta di farsi deturpare. La soluzione proposta dalla Regione consentirà anche di ristabilire un clima sereno e di fiducia tra le istituzioni e la popolazione di Melendugno e Vernole. Quei cittadini che si sono sentiti traditi perché non sono stati ascoltati né consultati adeguatamente e per tempo e che oggi scoprono che anche le tanto decantate ricadute economiche dell’opera non ci saranno perché la Tap sarà costruita interamente da ditte provenienti da fuori regione. A questo punto penso che il Governo non abbia scuse. Bisogna agire in fretta e scrivere una pagina di buona politica e di corretta collaborazione istituzionale. È un’occasione da non perdere”, ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento