Politica

Sgm devolve i 4mila euro della cena aziendale di Natale alla Caritas

L’assegno donato oggi. E' il ricavato del cenone che riguarda i 157 fra dipendenti e manager della società di trasporti. Il sindaco Paolo Perrone. “Il contributo rappresenta un piccolo ma importante segnale: prendere atto che in questo momento chi ha un lavoro è una persona fortunata

LECCE – Un piccolo passo, certo: 4mila euro non sono molti. Ma è un segnale concreto di vicinanza a chi soffre, un gesto che Sgm ha voluto fare in favore della Caritas diocesana. L’assegno è stato donato questa mattina. Si tratta del ricavato del cenone aziendale di Natale che riguarda i 157 fra dipendenti e manager dell'azienda di trasporti. Tutto interamente devoluto.

“Non è la prima volta spiega il presidente di Sgm, Mino Frasca - che organizziamo una cena solidale. Con questo gesto intendiamo venire incontro alle persone più bisognose che vivono in città e che quotidianamente si rivolgono alla Caritas per ricevere un aiuto concreto”.

“In occasione del Natale, quest'anno così come lo scorso - spiega l’amministratore delegato dell'azienda, Ilaria Ricchiuto - Sgm ha pensato che sarebbe stato bello fare qualcosa di concreto, devolvendo il budget stanziato per la consueta cena aziendale”.

“Una rinuncia – prosegue - che i dipendenti e il management fanno con sincero entusiasmo, consapevoli dell'importanza e del valore di un sostegno verso un'organizzazione come Caritas, che quotidianamente profonde i suoi sforzi sul territorio, rispondendo ai crescenti fenomeni d’impoverimento e disagio sociale, in questo periodo di drammatica crisi economica e sociale che non accenna a diminuire”.

“Quattromila euro non sono un cifra enorme – conclude -, ma se anche potranno servire ad attenuare temporaneamente  le difficoltà e i disagi di qualcuno, ne saremmo molto felici”.

Parole speciali ha avuto don Attilio Mesagne, che dirige la Caritas a Lecce e che vive ogni giorno a contatto con il disagio di chi non ha nulla per sfamarsi o vestirsi. “La povertà avanza ogni giorno di più – sottolinea e sono molto felice per questo contributo. Ci sono tantissime etnie, tribù, religioni, lingue, ma esiste solo un'unica razza, quella umana. Siamo tutti fratelli perché apparteniamo tutti alla stessa famiglia, quella di Dio. Ecco, se cominciassimo a ragionare in questi termini, gli odi, i rancori e le guerre potrebbero scomparire”.

Non ha dubbi il sindaco di Lecce, Paolo Perrone. “Il contributo offerto dalla Sgm rappresenta un piccolo ma importante segnale: significa prendere atto che in questo momento chi ha un lavoro è una persona fortunata”.

“Sono particolarmente contento che a riceverlo sia la Caritas Diocesana – spiega - perché se questa città riesce a fronteggiare tantissimi bisogni lo si deve soprattutto all'impegno e agli sforzi che mettono in campo ogni giorno la Caritas e altre organizzazioni cattoliche. Come Amministrazione Comunale anche quest'anno abbiamo deciso di devolvere il budget riservato ai biglietti e agli auguri di Natale all'acquisto di generi alimentari da destinare alle parrocchie leccesi, autentico argine al disagio sociale e alla povertà, al di là di qualunque credo religioso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgm devolve i 4mila euro della cena aziendale di Natale alla Caritas

LeccePrima è in caricamento