Politica

Sì al Bilancio di previsione. E maggioranza compatta

Consiglio comunale fiume a Palazzo Carafa. In mattinata interrotto per la scesa alle provinciali di Adriana Poli Bortone, nel pomeriggio fino alla sera la lunga discussione carica di emendamenti

Il sindaco Paolo Perrore e il presidente del Consiglio Eugenio Pisanò

Sospensione questa mattina alle 12 del Consiglio comunale di Lecce dopo la relazione del sindaco Paolo Perrone sul Bilancio di previsione 2009, terzo punto all'ordine del giorno. A cento metri dal Palazzo di città, presso l'hotel Risorgimento, "Io Sud" aveva convocato la conferenza stampa per rendere ufficiale la candidatura alla presidenza della Provincia di Lecce di Adriana Poli Bortone, la promotrice del movimento politico in rotta di collisione con la politica "generalista" per il Mezzogiorno del nuovo Pdl. Tutti d'accordo sul break politico con ritorno in aula consiliare alle 15.

E solo intorno alle 19.45 l'assise si è espressa sul Bilancio di previsione, con 28 voto favorevoli, 6 contrari, 1 astenuto. Oltre alla maggioranza compatta, hanno detto sì dai banchi dell'opposizione al documento finanziario, anche il consigliere del Centro moderato Wojtek Pankiewicz, Pasquale Gentile della Lista Corvaglia. Astenuto il consigliere Pd Daniele Montinaro.

Prima dell'intervento del primo cittadino, l'assise ha discusso sll'argomento numero due all'ordine del giorno, "Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2009", che il consigliere di minoranza (Pd) Carlo Benincasa ha tradotto con "vendita degli argenti di famiglia". Quel che si è contestato dai tavoli dell'opposizione è stato proprio il piano, vale a dire le cessioni di sei immobili di proprietà del Comune di Lecce: la sede dell'ex istituto Margherita, il Principe Umbetto, il palazzo dell'Annona di via Braccio Martello, i locali dell'ex macello nei pressi del comando provinciale dei vigili del fuoco, la struttura dell'ex Saspi, in direzione di Cavallino e infine l'ex mattatoio, al''ingresso della superstrada per Brindisi. La delibera è stata votata solo dalla maggioranza.

Nella sua relazione il sindaco Perrone si è soffermato sull'analisi delle entrate (in allegato 1): "Le entrate miglioreranno del 38,64% rispetto all'anno precedente - ha detto il primi cittadino, sua la delega al ramo - per effetto di un evidente contenimento della pressione fiscale (entrate tributarie per 12.617.639 euro pari ad un - 17,05% rispetto al 2008) e del piano delle valorizzazioni e delle dismissioni di immobili comunali ritenuti non strumentali per l'esercizio dell'attività amministrativa".

"Le previsioni per Entrate Tributarie - ha aggiunto - subiscono pertanto una flessione dovuta all'abbattimento dell'Ici sulla prima casa e, ciò nonostante, l'Amministrazione comunale mantiene invariate tutte le aliquote e le prescrizioni in materia di fiscalità locale (Ici, addizionale Irpef, ecc.). La Tars subisce alcune variazioni (riduzione del 15% per le attività che hanno come rifiuto prevalente materiale cartaceo, a condizione che abbiano contratto di smaltimento e recupero; riduzione da euro 4,90 a euro 3,90 per gli immobili classificati C/1 e C/2 uso deposito) tenuto conto che Il problema della gestione dei rifiuti ha assunto oramai notevole rilevanza nell'ambito delle politiche di bilancio del nostro Comune: se da un lato è necessario garantire servizi di pulizia e di smaltimento rifiuti sempre più adeguati alle esigenze di una città che cresce sia in termini quantitativi che in termini qualitativi, dall'altro, diviene quanto mai forte il peso della spesa ambientale che peraltro nei prossimi anni registrerà incrementi considerevoli con l'entrata in funzione dell'impianto di biostabilizzazione, della discarica di servizio/soccorso e con l'impianto di Cdr".

"Il quadro si aggrava ulteriormente - ha spiegato Perrone - se si considera poi l'incremento dei rifiuti in tonnellate che si è avuto e si avrà in ingresso presso la discarica di Cavallino originato da tutta una serie di fattori: aumento delle attività commerciali e della grande distribuzione nella cintura esterna a Lecce, aumento dei flussi turistici e delle presenze universitarie, scarso controllo del corretto conferimento delle tipologie merceologiche dei rifiuti, scarsi investimenti in azioni di educazione ambientale del cittadino. È pertanto impegno di questa amministrazione continuare a fronteggiare con decisione questa situazione, che rischia di assumere caratteri economici e sociali particolarmente difficili: è nostra chiara intenzione quindi avviare in questo senso con una azione di potenziamento del servizio di pulizia della città, attraverso un maggior controllo sul rispetto del capitolato d'appalto e incrementando gli investimenti soprattutto nei servizi di pulizia cosiddetti 'aggiuntivi' (derattizzazione, deblattizzazione, pulizia delle spiagge, ecc.). Inoltre avvieremo un'attività di controllo costante del rispetto delle buone norme di educazione ambientale da parte di tutti i cittadini; e poi con una azione di sensibilizzazione e di concreto avvio della raccolta differenziata (con uno stanziamento di 5mila euro) che dovrà sottrarre alla discarica flussi di rifiuti da destinare ad altro ciclo di smaltimento, salvo che, se non si interviene immediatamente, generare un notevole esborso economico per la cittadinanza".

Per quanto riguarda l'analisi delle uscite (allegato 2), Perrone ha detto: "L'obiettivo dello 'spendere meglio' è centrale per coniugare il processo di consolidamento strutturale dei conti pubblici con il sostegno al rilancio economico, in un contesto di progressiva riduzione delle iniquità sociali. Per qualificare la spesa pubblica è necessaria una valutazione interna all'amministrazione sulle iniziative in corso e sulla loro effettiva congruità con gli obiettivi strategici fissati. La questione del risparmio energetico è centrale nelle politiche di sviluppo del nostro Ente. Bisogna ricorrere con forza e decisione alle opportunità che ci forniscono le cosiddette energie rinnovabili. È necessario, pertanto, per poter migliorare l'efficienza economica complessiva adottare sistemi di produzione energetica di tipo solare da installare sui tetti dei nostri edifici, al fine di realizzare un consistente risparmio dei costi di energia elettrica a vantaggio del potenziamento di altri servizi più utili alla collettività.

Parte rilevante e strategica di questo bilancio di previsione è il consolidamento ed il potenziamento dei servizi alla persona. Viene confermato lo stanziamento da ripartire tra attività svolte dall'Istituzione per i servizi sociali e iniziative rientranti nel Piano di Zona. L'obiettivo che il Comune si prefigge, in coerenza con la pianificazione del sistema di welfare, è innanzitutto quello di mantenere la rete dei servizi essenziali, rafforzando e privilegiando il coinvolgimento del terzo settore".


Per quel che riguarda le opere in cantiere Perrone punta sul recupero del patrimonio monumentale alle infrastrutture, dalle iniziative in campo ambientale alle strutture sociali. Opere previste il completamento e la consegna alla città del bellissimo Convento degli Agostiniani; la realizzazione del porto turistico di San Cataldo; il recupero archeologico del Molo di Adriano; la realizzazione di un parcheggio interrato nell'area denominata ex caserma Massa e la realizzazione di un'area parcheggio-scambio presso l'ex Foro Boario; la creazione di viabilità e di accessi ecocompatibili nell'entroterra rurale e nella fascia costiera; la realizzazione di diversi progetti riguardanti la mobilità cittadina; la realizzazione, ristrutturazione e manutenzione di nuova e vecchia impiantistica sportiva; la realizzazione di aree verde attrezzato nelle marine; un piano di riqualificazione della fascia costiera; la realizzazione di uno stabilimento balneare per persone diversamente abili e dipendenti comunali; la realizzazione di un Parco Urbano; la manutenzione e l'adeguamento di numerose vie cittadine; la costruzione di una scuola materna in Zona 167 C e un'altra in località Frigole; l'ampliamento del Centro sociale di via Siracusa; la realizzazione di una casa protetta per anziani e di un centro notturno di accoglienza; il completamento delle piste ciclabili cittadine e la manutenzione e l'adeguamento delle piste ciclabili extraurbane e rurali; interventi di riqualificazione delle periferie, attraverso l'attuazione dei programmi integrati nei quartieri Ferrovia, Rudiae e rione San Pio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì al Bilancio di previsione. E maggioranza compatta

LeccePrima è in caricamento