Sabato, 18 Settembre 2021
Politica Nardò

Sicurezza stradale: monito all'ingresso della scuola

Iniziativa del ragazzi dei circoli di An-Pdl e Azione Giovani di Nardò: manifesti e foto shock per sensibilizzare alla prudenza. Intanto grande successo per la distribuzione di alcol-test ed opuscoli

Il manifesto comparso per alcuni giorni sui cancelli del Vanoni

Un minuto per riflettere. Per non "correre" rischi inutili. Per frenare una mattanza che sta macchiando di sangue innocente le strade del Salento e il percorso ancora embrionale della vita delle giovani generazioni. La campagna sulla sicurezza stradale in quel di Nardò, da sempre molti attiva e si spera sempre più prolifica, si arricchisce di una nuova, singolare, iniziativa. A promuoverla ancora una volta i ragazzi dei circoli territoriali di An-Pdl e di Azione Giovani, che stavolta hanno preso di mira (nel senso buono del termine ovviamente) i cancelli delle scuole cittadine. In prossimità degli ingressi ecco comparire immagini e messaggi forti, ma al tempo stesso carichi di altrettanta forza deterrente.

Il manifesto (che in verità in questi giorni di maltempo è sparito salvo diversa ragione) nello specifico, riporta immagini shock di incidenti stradali: lamiere contorte, lenzuola che coprono i corpi di vittime degli incidenti, scooter e caschi a terra?.Scene purtroppo rituali e soprattutto, tristemente, vere. A corredo messaggi e slogan che inneggiano alla vita, il nostro dono più prezioso e irrecuperabile: "Meglio perdere un minuto nella vita che la vita in un minuto", riportante un invito al rispetto delle regole stradali, della propria vita e di quella degli altri. "Ciò al fine di stimolare la discussione e favorire la presa di coscienza sui rischi connessi alla guida pericolosa o in stato di alterazione psico-fisica" spiegano i promotori dell'iniziativa.


I quali già lo scorso 23 agosto, nella piazza della marina di Santa Caterina, si sono adoperati in un'altra iniziativa di sensibilizzazione denominata "soffiare per non morire", con la distribuzione di alcol-test e materiale informativo, intrapresa per sollecitare ad un consumo responsabile dell'alcol e ad un maggiore rispetto della vita. Campagna alla quale ha aderito anche l'associazione "Alla conquista della vita" di Walter Gabellone. E già l'anno scorso, per tutto agosto, il circolo Azione Giovani di Nardò si era prodigato nella distribuzione di materiale informativo nei pressi delle discoteche salentine. Quest'anno, la triste scia di sangue che ha poi segnato l'estate del Salento ormai all'epilogo, ha scosso l'opinione pubblica ed i governanti. "Quest'ultimi", dice Pippi Mellone, neo vice coordinatore regionale di Azione Giovani e presidente del circolo Nardò , "oggi dimostrano nelle parole maggiore attenzione, ma noi li aspettiamo alla prova dei fatti; non imputiamo a nessuno delle responsabilità ma vogliamo, oltre alle parole, delle azioni immediate: strade come la Nardò-Avetrana non possono rimanere in quelle condizioni. Così come non possono essere nella norma strade dissestate e ridotte a groviera, come quelle della nostra città, caratterizzata, peraltro, da semafori mai funzionanti, segnaletica precaria, illuminazione funzionante a singhiozzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale: monito all'ingresso della scuola

LeccePrima è in caricamento