Il sindaco lascia le microspie negli uffici: "Bonifica costosa, coscienza pulita"

Il primo cittadino di Otranto spiega le ragioni per cui, almeno per adesso e salvo disposizioni contrarie della procura, non intende rimuovere i dispositivi per le intercettazioni ritrovati nella sede municipale

La sede del Comune di Otranto.

OTRANTO – Non ci sarà, almeno per il momento, nessuna rimozione delle microspie trovate in alcuni uffici del Comune di Otranto, a partire dallo studio del sindaco, Pierpaolo Cariddi.

È lo stesso primo cittadino, con una nota, a spiegare che l’intervento di una sommaria bonifica ammonterebbe a circa 10mila euro e che la decisione di non intervenire è stata presa d’intesa con i dirigenti e i dipendenti comunali: “Partendo dalla convinzione che la nostra attività di amministratori e quella dei dipendenti comunali sia stata sempre condotta nella correttezza e trasparenza, dopo un consulto con gli stessi, abbiamo ritenuto opportuno non spendere tali soldi pubblici per la bonifica, a meno che ci verrà richiesto da parte degli organi inquirenti cui abbiamo esposto denuncia”.

Certo è che la consapevolezza di essere stati intercettati pone la necessità di capire chi abbia disposto il posizionamento delle microspie: “Se l’installazione dei dispositivi è da attribuire a privati, nessuno potrà trarre vantaggi dalle intercettazioni in quanto  non esistono allo stato attuale procedure, progetti, valutazioni di particolare valore e interesse. Se invece l’installazione è da attribuire a indagini in corso è giusto che queste siano portate avanti a garanzia di tutti, dei cittadini e degli indagati, e non siano ostacolate spendendo per questo anche i  soldi pubblici”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orgogliosa la chiosa finale di Cariddi: “Ho l’onore di guidare una comunità sana, operosa, che ha dimostrato sempre di saper condurre uno sviluppo del territorio nel rispetto della legalità e dei valori di questa terra. Tutti insieme continueremo a lavorare con tanta energia come abbiamo sempre fatto per creare opportunità nella nostra città, assumendoci la piena responsabilità delle nostre azioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento