Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

No alla guerra in Siria: la mobilitazione dei giovani comunisti salentini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Venerdì 6 Settembre 2013 la giovanile del Partito dei Comunisti Italiani, FGCI Salento, a partire dalle ore 20.00, sarà nelle piazze di Lecce per spiegare i motivi del No alla guerra in Siria.
Una mobilitazione di informazione e formazione nelle vie del capoluogo leccese per contrastare la strumentalizzazione dei mass-media che ogni giorno e in ogni ambito divulgano notizie filo-americane ed imperialiste.
Una mobilitazione che parte dai giovani per dire No alla democrazia come merce di esportazione, al capitalismo parassitario, all'imperialismo filo-americano e a nuove guerre alimentate da soli interessi economici.
L'articolo 11 della Costituzione Italiana recita: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. "
Tutte le forze politiche della sinistra leccese sono invitate a scendere in piazza affinché riprendano un sano confronto tra i soggetti della sinistra stessa e si possa agire di concerto, per questo come per altri momenti di lotta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla guerra in Siria: la mobilitazione dei giovani comunisti salentini

LeccePrima è in caricamento