Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Must, premiato il progetto dei musei: dalla Regione arrivano 800mila euro

Un tassello in più sull'edificio storico nel cuore del centro storico, che si appresta a diventare il fulcro intorno al quale Lecce spinge per candidarsi a Capitale europea della cultura 2019. Il finanziamento per gli interventi strutturali

LECCE - Amministrazioni comunali, diocesi, parrocchie, amministrazioni provinciali, enti museali da tutta la Puglia. Centoquarantasei in tutto le domande pervenute alla Regione, progetti  di accesso  ai finanziamenti, tramite bando pubblico, per la “Riqualificazione e Valorizzazione del sistema museale”. In ballo ci sono 25 milioni di euro.  E la Commissione regionale, a conclusione dei lavori, ha stilato tre graduatorie provvisorie  e in quella relativa alle “Istituzioni museali in corso di attivazione”, 35 i partecipanti in questa categoria, il comune del capoluogo salentino, col progetto sul Museo storico Città di Lecce (Must), ha ottenuto il secondo punteggio in graduatoria, con 94 punti, secondo solo al Comune di Cerignola.

Significa che il Comune di Lecce si accinge ad accedere al finanziamento regionale di 860mila euro (60mila euro sono delle casse comunali), un tassello in più, e che tassello, sull’edificio storico nel cuore del borgo antico, che si appresta a diventare il fulcro intorno al quale Lecce spinge per candidarsi a Capitale europea della cultura 2019. “Il progetto presenta un elevato grado di compiutezza dell’intervento  – si legge in uno dei passaggi chiave nella valutazione della commissione regionale – rispetto alla riqualificazione e valorizzazione dell’istituto museo, sia in conferimento  ai lavori da effettuare,  sia rispetto alla visione complessiva dell’istituzione museale”.

D'altronde, gli investimenti sul recupero dell’edificio storico, in via Degli Ammirati, che oggi appare davvero unico nel suo genere, si aggirano in svariati milioni di euro:  “Dalle informazioni dichiarate nella scheda anagrafica e da quelle degli atti della BBCC – si legge ancora nella scheda di valutazione della commissione regionale – risulta che l’Ente ha beneficiato dei seguenti finanziamenti  per l’area da musealizzare: 3milioni e 500mila euro (POR Puglia 200/2006 Misura 2.1); 2milioni di euro (Fondi FAS) e 200mila euro dai fondi dell’amministrazione comunale)”.1-612-21

E’ stata la giunta regionale, su iniziativa dell’assessore regionale Barbanente, ad approvare il bando di finanziamento di “Riqualificazione e Valorizzazione del sistema museale”, rivolto ad assicurare una piena fruibilità del patrimonio culturale della Puglia, attraverso il rafforzamento e il miglioramento della rete dei musei nonché per il tramite del potenziamento degli strumenti di valorizzazione. L’obiettivo è quello di garantire l’adeguamento delle strutture museali agli standard di sicurezza e scientifici, per consentire l’implementazione della funzionalità e dell’efficienza dei servizi per il pubblico, oltre che per attivare forme di valorizzazione mirate anche a sensibilizzare nuove fasce di utenti, incentivando, anche, il volontariato culturale.

I particolari saranno illustrati questa nella sala giunta di Palazzo Carafa, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il sindaco Paolo Perrone, l’assessore al Turismo, Luigi Coclite e il dirigente del settore Cultura e direttore del Must, Nicola Elia.

Ottocentosessantamila euro, si diceva, dove la maggior parte dell’importo (235.856 euro) saranno destinati ai lavori degli impianti tecnologici, mentre 442.750 euro all’acquisto di allestimenti e forniture.  “E’ una buona notizia – ha esordito Perrone – perché stiamo puntuando sul Must per la promozione culturale di arte contemporanea in un contenitore come l’ex monastero delle Clarisse. E poi,  proprio il Must sarà il centro per la programmazione culturale che ha nella candidatura a Lecce Capitale europea della cultura 2019 l’obiettivo di medio termine. Ma c’è tutta una pianificazione strategica che va oltre il 2019, una sorta di piano regolatore delle attività culturali – ha spiegato il primo cittadino – anche se non raggiungessimo l’obiettivo che ci siamo prefisso. Oggi – ha concluso – abbiamo una chance in più, non solo per la bellezza della città, ma per quello che anche attraverso il Must, riusciremo ad offrire ai salentini ed ai turisti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Must, premiato il progetto dei musei: dalla Regione arrivano 800mila euro

LeccePrima è in caricamento